29 Settembre 2022, giovedì
Home Italia Politica Fumata nera sulle nomine Ue, nuovo vertice domani.

Fumata nera sulle nomine Ue, nuovo vertice domani.

Fumata nera sulle nomine per i posti chiave delle istituzioni dell’Ue. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha sospeso la riunione, ed ha convocato un nuovo incontro per domani alle 11. Sarebbero undici i Paesi che nei colloqui della scorsa notte con Donald Tusk hanno espresso contrarietà alla nomina di Frans Timmermans alla Commissione Ue. E’ quanto si apprende da fonti italiane. Risultati immagini per conte merkel

I lavori del vertice europeo a 28 con la colazione di lavoro, sono ripresi in ritardo perché la cancelliera Angela Merkel subito prima si è riunita con gli altri leader del Ppe per cercare di accrescere il margine di consensi sui nomi del pacchetto che il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk presenta nella seduta plenaria. Trovare un’intesa non sarà cosa facile, spiegano fonti europee, che allo stesso tempo evidenziano come il nome dell’olandese Frans Timmermans sia, tra quelli degli Spitzenkandidaten, il più gettonato. Non è escluso che nel corso della mattinata si arrivi alla conta. Inoltre, spiegano le fonti, tecnicamente le consultazioni potrebbero continuare per tutta la giornata.
L’accordo sul pacchetto delle nomine per i posti chiave delle istituzioni europee è ancora “molto complicato”, secondo quanto spiegano fonti diplomatiche europee. La candidatura di Frans Timmermans per la Commissione europea resta sul tavolo dei leader, anche se sono ancora tra i sette ed i dieci, i capi di stato e di governo contrari, con pochi spostamenti rispetto alle posizioni espresse già ieri sera all’inizio del summit.

“Il criterio dello Spitzenkandidat sta incontrando difficoltà. Mi sembra un po’ difficile rimanere legati solo a questo criterio”. Così risponde il premier Giuseppe Conte a chi gli chiede del nome di Frans Timmermans per la Commissione Ue. “L’Italia è molto aperta al dialogo: l’ho detto dall’inizio. Ma per me non c’è solo il criterio dello Spitzenkandidat, non può essere la sola soluzione”, ripete in inglese. “Non vogliamo vincolarci a un unico criterio. Dobbiamo essere flessibili nella scelta del candidato giusto”.
“La verità è che non c’è un patto di Osaka: è un fraintendimento. Perché è stato deciso il giorno prima di Osaka”. Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con riferimento al pacchetto di nomi per la guida delle istituzioni europee, che – secondo le ricostruzioni – sarebbe emerso dal G20 di Osaka, in Giappone, come frutto di un’intesa tra i leader europei di Germania, Francia, Olanda e Spagna. Il pacchetto vedeva il nome di Frans Timmermans per la Commissione, di Manfred Weber per il Parlamento e di un francese per la Bce.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Omicidio professore a Melito: in stato di fermo collaboratore scolastico

A cura di Luigi Castiello Non è ancora chiaro il movente riguardo l'omicidio del professore di sostegno Marcello Toscano trovato morto con...

Secondo quanto stabilito da Arera, dal 1° ottobre la bolletta dell’elettricità salirà del 59%

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEL 29-09-22 Energia: Arera, elettricità +59% Arera: Unc, rialzo record, stangata...

Programmi TV per oggi 29 settembre 2022

Sei indeciso su cosa guardare in TV stasera? Di seguito ecco la programmazione TV completa per tutte le principali reti italiane.

Cinzia Tedesco: ”Ho realizzato tanti progetti musicali, ed alcuni di grande soddisfazione come ad esempio il disco ”Like a Bob Dylan”

A cura di Ionela Polinciuc Dall'alba dei tempi, la musica ha fatto parte dell'essere umano. Essa ci serve per...

Commenti recenti