27 Luglio 2021, martedì
Home Italia Economia I vendor di ATM si alleano contro le frodi

I vendor di ATM si alleano contro le frodi

Una associazione per contrastare le frodi agli ATM. Diebold e Wincor Nixdorf hanno avviato un progetto per costituire una associazione di settore dedicata alla sicurezza dei Bancomat: le due aziende dovrebbero raccogliere informazioni sulle tecniche di attacco agli ATM, note e potenziali, e condividerle con operatori del settore per implementare contromisure globali.

Invito alle aziende produttrici

Con l’associazione, infatti, Diebold e Wincor Nixdorf puntano a creare una piattaforma attraverso cui promuovere anche un dibattito tra tutti gli attori coinvolti nella sicurezza per il consumatore finale. In particolare, le aziende produttrici di sportelli automatici sono state invitate a unirsi al progetto, così da ampliare il raggio di azione dell’associazione.

Costruire regole omogenee

Inoltre, tra gli obiettivi c’è anche la definizione di regole omogenee per tutto il settore, sotto forma di normative tecniche, concordate per la sicurezza degli ATM e dei relativi componenti. L’associazione, infine, dovrebbe essere un soggetto di diritto olandese e offrire ai propri associati un registro protetto e sicuro di informazioni dettagliate sulle tecniche di attacco conosciute e sulle minacce potenziali, oltre a raccomandazioni specifiche sulle modalità di prevenzione e sulla gestione degli attacchi. La partecipazione al progetto, quindi, è interessante in primo luogo per le banche che utilizzano sportelli automatici di diversi produttori e che potranno quindi semplificare le attività di coordinamento per l’introduzione delle nuove soluzioni di sicurezza.

«Le frodi ai Bancomat sono un problema mondiale e, con l’espansione del mercato mondiale degli ATM e dei relativi atti criminosi, è tempo che le organizzazioni la cui attività dipende in larga parte dagli sportelli automatici adottino contromisure predisposte a livello mondiale – afferma Eckard Heidloff, Presidente e CEO di Wincor Nixdorf. Queste aziende sono nella posizione ideale per creare un “forum” per garantire la sicurezza degli sportelli, poiché nessun altro soggetto può agire in modo altrettanto rapido e diretto per implementare contromisure efficaci».

3,7 milioni di ATM nel 2018

Secondo uno studio previsionale della società di ricerche di mercato Retail Banking Research (RBR), il numero di sportelli in tutto il mondo arriverà a 3,7 milioni nel 2018, rispetto agli attuali 2,6 milioni circa. In vista di questo aumento, è prevedibile che il livello di criminalità crescente in proporzione.

«Dopo i grandi passi avanti nell’adozione di diverse tecnologie molto apprezzate dagli utenti di sportelli automatici, è giunto il momento di unire le forze per combattere efficacemente l’azione della criminalità tecnologicamente evoluta contro la rete Bancomat – dichiara Andy W. Mattes, Presidente e CEO di Diebold. L’annuncio odierno è il primo passo di un progetto esteso a tutto il settore per garantire che gli sportelli automatici siano uno strumento sicuro a disposizione di tutti i consumatori che devono effettuare transazioni finanziarie di ogni genere, oggi e in futuro».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Per Governo e Quirinale si profilano tre schemi, ma è un gioco tutto aperto

Ci sono almeno tre schemi sui tavoli della politica italiana, e non solo, che disegnano il futuro istituzionale del nostro Paese. I...

Roghi in Sardegna, due focolai ancora attivi.

Sono ancora attivi, ma la situazione sembra essere sotto controllo, due fronti del gigantesco rogo che nelle ultime ore ha devastato il...

Tokyo 2020, la 4 x 100 sl è d’argento: staffetta nella storia

'Italia conquista l'argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con la staffetta 4x100 stile libero maschile, seconda in finale con il nuovo record...

Afghanistan: migliaia in fuga dai combattimenti a Kandahar

Oltre 22 mila famiglie afghane hanno abbandonato le loro case per sfuggire ai combattimenti nell'ex bastione talebano di Kandahar, hanno affermato oggi...

Commenti recenti