27 Luglio 2021, martedì
Home News Tim e Vodafone, dal 21 luglio avviso di chiamata a pagamento (come...

Tim e Vodafone, dal 21 luglio avviso di chiamata a pagamento (come disattivarlo)

“Nei servizi automatici i costi nascosti per i clienti Tim e Vodafone” titola Repubblica, “La stangata di Tim e Vodafone” scrive Libero.

La notizia è questa: a partire dal prossimo 21 luglio i clienti di Vodafone e Tim dovranno pagare per alcuni servizi finora gratuiti, in ordine sparso: “LoSai” e “ChiamaOra” di Tim e “Recall” e “Chiamami” di Vodafone.

Sono i classici servizi che ci avvisano delle chiamate ricevute quando il nostro cellulare era spento, occupato o non raggiungibile.

Capitolo Tim: i servizi “LoSai” e “ChiamaOra” costeranno – a chi è in possesso di una ricaricabile – “1,90 euro ogni quattro mesi, con addebito su credito residuo a partire dal 21/07/2014″, come si legge anche sul sito ufficiale dell’azienda”. Il costo annuale quindi è di 5,7 euro.

Per i Clienti con abbonamento invece “il servizio è a tempo indeterminato ed è GRATUITO fino al 6/09/2014. A partire dal 7/09/2014 il servizio è fruibile a 48 cent (IVA inclusa) al mese solare, con addebito bimestrale di 96 cent sul rendiconto TIM”. Il dubbio a questo punto rimane sulla data in cui si inizierà a pagare: sul sito ufficiale, come già detto, si parla del prossimo 21 luglio. Il messaggio ricevuto dai clienti Tim, invece, parla del prossimo 4 agosto come data in cui Tim “rinnova i servizi LoSai e ChiamaOra”.

Sul sito Vodafone ancora non è stato annunciato nessun cambiamento ma è lo stesso servizio clienti a confermarlo.

E quanto sarà il costo per i clienti Vodafone?Risponde Repubblica: “Gli aumenti per Recall e Chiamami saranno pari a 6 centesimi al giorno nel caso di utilizzo del servizio, fino a 21,36 euro l’anno con ricavi aggiuntivi che potrebbero arrivare fino a 420 milioni”.

L’allarme di Federconsumatori:

“Tra due settimane diventeranno a pagamento i servizi opzionali di Tim e Vodafone. Si tratta di Lo sai eChiama ora di Tim e di Chiamami e Recall di Vodafone. Fino a ora i gestori li concedevano gratis. Dal 21 luglio li faranno pagare e le somme potranno arrivare a seconda dei casi fino a un massimo di 21,90 euro l’anno. I clienti dovranno essere avvisati con sms delle avvenute variazioni. Ma attenzione: se non si fa nulla, scatteranno gli addebiti”.

Come disattivare i servizi?

“Gli utenti Tim possono contattare il 119 o il 40920, gli utenti di Vodafone il 42070 o il42592 e chiedere all’operatore di disattivare i servizi di cui non intendono usufruire. La disattivazione deve essere effettuata dalle compagnie telefoniche completamente gratis”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Per Governo e Quirinale si profilano tre schemi, ma è un gioco tutto aperto

Ci sono almeno tre schemi sui tavoli della politica italiana, e non solo, che disegnano il futuro istituzionale del nostro Paese. I...

Roghi in Sardegna, due focolai ancora attivi.

Sono ancora attivi, ma la situazione sembra essere sotto controllo, due fronti del gigantesco rogo che nelle ultime ore ha devastato il...

Tokyo 2020, la 4 x 100 sl è d’argento: staffetta nella storia

'Italia conquista l'argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con la staffetta 4x100 stile libero maschile, seconda in finale con il nuovo record...

Afghanistan: migliaia in fuga dai combattimenti a Kandahar

Oltre 22 mila famiglie afghane hanno abbandonato le loro case per sfuggire ai combattimenti nell'ex bastione talebano di Kandahar, hanno affermato oggi...

Commenti recenti