8 Dicembre 2021, mercoledì
Home News L'era 2.0 del piccolo schermo e la sfida dell'auditel social: gli italiani...

L’era 2.0 del piccolo schermo e la sfida dell’auditel social: gli italiani usano lo smartphone

«Il web non è un’eco della tv ma offre contenuti extra per far partecipare i fan»: Federica Felice, story editor Publispei parla per esperienza. Il progetto via internet Aspettando i Cesaroni impiega infatti troupe ad hoc per il dietro le quinte con il cast.

È questo il cuore della ricerca “Rethinking the tv experience” presentata dall’Osservatorio Social TV assieme ai maggiori network italiani per capire come il piccolo schermo si è trasformato con l’avvento delle interazioni digitali.

Il polso degli ascolti, con conseguente quantificazione pubblicitaria degli spazi, è tastato dai dati Nielsel, ma ancora non esiste un “social Auditel” capace di monetizzare i click, i Like e i tweet: se lo augurano tutte le reti, pronte a partecipare ad un tavolo di trattative capace di fornire degli standard.

«Non esiste l’audience generica – spiega Antonio Sofi della RAI – ma una community a cui offrire spazio d’interazione, come l’operazione di Gazebo #iosalutoalfano». «Ecco perché – gli fa eco Yves Confalonieri di Mediaset – per una rete essere su un social non è un optional ma deve diventare di serie: la gente non vuole parlare di televisione ma con la televisione, vuole esserci e usa il web come una vera e propria vetrina».

Si parla di furto d’attenzione del web rispetto al piccolo schermo ma Antonella Di Lazzaro di MTV dissente: «Come il sonoro nel secolo passato ha amplificato l’esperienza del cinema così i social offrano un valore aggiunto. Basti pensare che i ragazzi hanno dai sette ai nove schermi ciascuno per fruire la tv».

In 13,5 milioni (15% degli internet users italiani attivi al giorno) commentano i programmi: il device preferito resta lo smartphone mentre Twitter svetta nella lista di network ideale.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

La philofobia rallenta la felicità e il benessere generale: ecco la ‘’bestia nera’’ che decide la fine delle relazioni

A cura di Ionela Polinciuc La philofobia rallenta la felicità e il benessere generale: ecco la ‘’bestia nera’’ che...

Ilaria Brunet: Tinge le matasse di lana utilizzando le piante

A cura di Ionela Polinciuc Buongiorno Ilaria, da alcuni anni ti sei appassionata di tintura naturale, ci spieghi da...

Patrick Zaki dalla gabbia degli imputati: ‘Sto bene, grazie Italia’

Si tiene stamattina a Mansura, in Egitto sul delta del Nilo, la terza udienza del processo a carico di Patrick Zaki, lo...

Le mosse dell’Ue per dare ai rider salario minimo e tutele

Il Consiglio Ue sull'Occupazione ha dato il suo via libera per avviare i negoziati su due questioni sociali che potrebbero fare la differenza nel...

Commenti recenti