8 Marzo 2021, lunedì
Home News Primo Pronto soccorso a Napoli per la coppia con problemi sessuali

Primo Pronto soccorso a Napoli per la coppia con problemi sessuali

Aprirà il primo luglio, presso il Policlinico Federico II di Napoli, il primo ‘pronto soccorso per la coppia’, ovvero un Dipartimento espressamente dedicato al Benessere sessuale ospitato presso un ospedale, dove ‘lui’ e ‘lei si recheranno insieme per esser visitati. A breve, l’iniziativa, presentata oggi, arriverà anche a Milano, Modena e Bari. Andrà incontro alle esigenze di ben sedici milioni di italiani: tanti, infatti, sono coloro che hanno problemi o disfunzioni sessuali, ma spessissimo, nel 90% dei casi, non vanno dal medico e non cercano cure. Il progetto, promosso dalla Società Italiana di Urologia (SIU) e dall’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), vede l’Italia all’avanguardia rispetto a tutti gli altri paesi europei. Prevede, infatti, la gestione della coppia come un “tutt’uno”, con la presenza di due specialisti in contemporanea, un ginecologo e un urologo, e una cartella clinica condivisa in cui annotare terapie per ‘lui’ e per ‘lei’, ma pagando un solo ticket. Le disfunzioni sessuali, infatti, “viaggiano sempre in due” e difficilmente riguardano solo uno dei due componenti della coppia”, sottolinea Vincenzo Mirone, Segretario Società Italiana di Urologia (SIU). Considerare entrambi i partner “cercando di stabilire un dialogo profondo, empatico, e senza reticenze”, conferma Antonio Chiàntera, Segretario Nazionale AOGOI, è “un cambiamento rivoluzionario nell’approccio e nella gestione delle più comuni patologie e dei disturbi sessuali”. Se prima era un tabu’, oggi si inizia a consolidare l’idea che la salute sessuale sia da considerarsi parte integrante del benessere psicofisico dell’individuo, come riconosciuto anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Eppure circa otto milioni di donne sono interessate da patologie che non consentono una felice vita intima: si va dal calo di desiderio all’impossibilità di ottenere orgasmo, fino al dolore al momento della penetrazione. Ben tre milioni di uomini, invece, soffrono di disfunzione erettile, quattro di eiaculazione precoce, un milione di calo del desiderio riconducibile a problemi legati alla carenza di testosterone. Questo non può che ripercuotersi sulla felicità delle unioni: insoddisfazione a letto sembra essere la causa di circa il 20% delle separazioni e 800.000 coppie sarebbero a rischio di infedeltà. Ma non solo. “Una cattiva sessualità, specie nei giovani porta a fare esplodere in aggressività verso gli altri, amici o fidanzate che siano, quelle energie che si dovrebbero sviluppare nella vita sessuale”, conferma Mirone. Spesso, inoltre, sono disturbi collegati ad altre patologie, quindi è bene individuarli precocemente. “Ad esempio tra le cause di dispareunia e vaginismo, ovvero particolare dolore durante la penetrazione – chiarisce Chiàntera – possono essere l’endometriosi o anche infiammazioni genitali”. In questo caso, è bene evitare jeans o pantaloni troppo aderenti, eccessivo uso della bicicletta, lavande vaginali aggressive e alcuni farmaci. Disfunzioni erettili, invece, possono essere sintomo di più gravi malattie, come ipertensione e problemi cardiocircolatori.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Quali Scadenze fiscali sono state prorogate?

Il Decreto Milleproroghe 2021 (in Gazzetta Ufficiale n. 51 del 1° marzo) ha modificato profondamente il calendario di numerose scadenze fiscali e tributarie, lavorative...

Francia, deceduto l’imprenditore Olivier Dassault

Ieri pomeriggio, durante un incidente in elicottero è morto il 69enne Olivier Dassault, figlio dell'industriale dell'aeronautica e degli elicotteri Serge Dassault,...

Insigne show, grande Napoli. Il Milan non molla

Nella domenica calcistica, detto della vittoria della Roma nell'anticipo delle 12:30, Il Milan vince a Verona, dove tante volte nella sua storia...

Milano, mamma uccide la figlia di 2 anni. Telefonata shock al marito

"La bimba non esiste più": è la agghiacciante telefonata di una donna 41enne al marito che ha ucciso la figlia di soli...

Commenti recenti