28 Maggio 2024, martedì
HomeNewsRomano Loieli, sindaco comune sciolto per mafia nel 2011: rieletto 2 anni...

Romano Loieli, sindaco comune sciolto per mafia nel 2011: rieletto 2 anni dopo

Romano Loielo era il sindaco di Nardodipace, comune in provincia di Vibo Valentia, quando il 12 dicembre 2011 fu sciolto per infiltrazioni mafiose. Romano Loielo il 21 novembre 2013 è il nuovo sindaco di Nardodipace, rieletto 2 anni dopo e con il 57% dei voti a suo favore.
Mario Gerevini sul Corriere della Sera scrive:
“Dal 2011 tre commissari straordinari hanno gestito il Comune e la scorsa primavera è stata richiesta una proroga di sei mesi. Accordata con un provvedimento firmato il 9 aprile 2013 dai massimi rappresentanti dello Stato: Giorgio Napolitano, l’allora premier Mario Monti, il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri. Motivo: «Non esaurito il recupero e il risanamento» di una realtà «ancora segnata dalla malavita organizzata», quindi occorre «un ulteriore intervento dello Stato che assicuri il ripristino dei principi democratici e di legalità»”.
A due anni dallo scioglimento, Loielo è di nuovo sindaco:
“Veniamo a oggi. Al termine dei sei mesi di proroga commissariale si torna alla normalità. Nardodipace va alle elezioni. Il ministero dell’Interno e la prefettura di Vibo Valentia chiedono, però, l’incandidabilità dell’ex sindaco. Accolta dal tribunale di Vibo Valentia. Ma il verdetto non definitivo è il varco che permette a Loielo di ripresentarsi. E vincere con il 57% dei voti. Proviamo a spiegarlo a uno straniero”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti