4 Dicembre 2023, lunedì
Home Arte & Spettacolo La Madonna col Bambino in trono attribuita a Guido da Siena va...

La Madonna col Bambino in trono attribuita a Guido da Siena va alla Pinacoteca di Siena

A cura di Carla Cavicchini

La Madonna col Bambino in trono attribuita a Guido da Siena va alla Pinacoteca di Siena per ricomporre il trittico smembrato di Santa Chiara

La Madonna col Bambino in trono, un dipinto su tavola, databile intorno al 1265- 1270, attribuito a Guido da Siena e conservato alla Galleria dell’Accademia di Firenze, ha appena lasciato il museo per andare alla Pinacoteca Nazionale di Siena. Grazie a questa esemplare operazione, che nasce dalla collaborazione tra la Galleria e la Pinacoteca – all’interno del progetto del Sistema museale nazionale del MiC – Ministero della Cultura – la tavola che costituiva, in origine, la parte centrale del trittico smembrato di Santa Chiara, va a ricongiungersi con i due laterali esterni raffiguranti le Stimmate di San FrancescoSanta Chiara respinge con la pisside i saraceniMartirio di San Bartolomeo e Martirio di Santa Caterina d’Alessandria che la Pinacoteca possiede ed espone, con l’attribuzione a Dietisalvi di Speme.

“La Galleria dell’Accademia di Firenze – ci racconta il direttore Cecilie Hollberg – ha offerto alla Pinacoteca di Siena di accogliere in deposito di lunga durata la Madonna col Bambino in trono attribuito a Guido da Siena. Questa iniziativa consentirà di ricomporre le varie parti separate e darà l’avvio a uno studio più approfondito del trittico stesso. Sarà anche l’occasione di mostrare un’opera che, trovandosi negli uffici della Galleria, non era visibile al pubblico. Era proprio collocata nel mio di uffici e confesso che mi mancherà molto ma questa azione congiunta è molto importante per la ricostruzione di questo insieme pittorico nell’ottica di valorizzare il nostro patrimonio culturale.”

La Madonna con il Bambino in trono interpreta in forme più naturalistiche e movimentate l’iconografia greco-bizantina della Madonna Odigitria, con la Vergine in trono e il Bambino in atto di benedire in braccio. È pervenuta alle ex Gallerie fiorentine nel 1889 dalla Collezione Charles Murray, in seguito alle soppressioni ottocentesche; si presume che possa essere stata realizzata per il monastero di Santa Petronilla a Siena. L’ottimo stato di conservazione della tavola – è stata restaurata recentemente nel 2018 – ha consentito di movimentarla e trasportarla in sicurezza.

Gli artisti Guido da Siena e Dietisalvi di Speme sono ritenuti tra i protagonisti della scuola pittorica senese della seconda metà del XIII secolo. Guido da Siena è stato considerato per lungo tempo il fondatore della scuola pittorica senese, precursore di Cimabue. La sua attività si svolse interamente nella seconda metà del Duecento e il suo stile, in realtà legato alla tradizione culturale bizantina, risentì dell’influenza del fiorentino Coppo di Marcovaldo, che a Siena aveva realizzato, nel 1261, la grande Maestà per la basilica di Santa Maria dei Servi.

Il trittico ricomposto sarà esposto nelle sale della Pinacoteca dedicate all’arte a Siena del Duecento anteriore a Duccio dove si trovano altre opere di Guido da Siena e Dietisalvi di Speme.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo per oggi 4 dicembre 2023

Ariete: Ariete, il tuo sistema di valori può assumere oggi nuovi aspetti spirituali e idealistici. Fai attenzione alle decisioni...

Oroscopo per oggi 3 dicembre 2023

Ariete: Con cosa trascorri il tuo tempo? Questa è un'ottima domanda, soprattutto se stai cercando di migliorare la tua...

L’Italia verso uno New Deal con il continente africano

Sanasi D’Arpe: “L’importanza delle società pubbliche nella politica industriale”In occasione del Convegno “30 Anni di Consap, assicuriamo agli italiani un futuro migliore”,...

Oroscopo per oggi 2 dicembre 2023

Ariete: Ascolta il tuo intuito nella tua relazione. Oggi, potresti sentire il bisogno di essere più emotivamente connesso al...

Commenti recenti