15 Luglio 2024, lunedì
HomeConsulente di StradaOpposizione spese condominiali: quanto tempo?

Opposizione spese condominiali: quanto tempo?

Prima di tutto, bisogna sapere che l’assemblea condominiale è l’organo decisionale di tutte le questioni che riguardano direttamente il condominio: la scelta dell’amministratore. l’effettuazione di lavori e la ripartizione delle spese riguardanti le parti comuni.

La legge stabilisce che il condomino che intende contestare una delibera dell’assemblea di condominio deve agire entro 30 giorni.

Questo termine decorre:

  • per i presenti che si sono astenuti o hanno votato contro la delibera, dal giorno dell’assemblea;
  • per gli assenti, dal giorno di ricevimento del verbale dell’assemblea.

Prima che tale termine scada dunque, il condomino deve depositare la domanda di mediazione presso un organismo di mediazione competente.

Per le questioni riguardanti il condominio, le decisioni vengono prese dall’assemblea. Naturalmente, le delibere possono essere contestate, ma rispettando i termini previsti dalla legge. Pertanto, il condomino deve agire entro 30 giorni. Sulla decorrenza dei trenta giorni dobbiamo fare alcune precisazioni per i presenti e per gli assenti all’assemblea:

  • Per i condomini presenti, il termine decorre dal giorno dell’assemblea (sia che si sono astenuti che hanno votato contro);
  • Per i condomini assenti, il termine decorre dal giorno del ricevimento del verbale.
  • Il condomino o i condomini devono impugnare la delibera prima della scadenza del termine, avviando una mediazione obbligatoria prima di procedere in giudizio.
Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti