30 Novembre 2022, mercoledì
Home News L’antistupro è un Party Scrunchie

L’antistupro è un Party Scrunchie


A cura di Luisa Russo


Il fenomeno Drug o Drink Spiking conosciuto come assunzione involontaria di droga da stupro, è partito dal Regno Unito a fine prima pandemia 2020. Diramatosi a macchia d’olio è giunto anche nel bel paese. Poco ancora si conosce la gravità di tale fenomeno, ma per evitare spiacevolissimi inconvenienti che si possano poi trasformare in catastrofi; una giovane coppia ha ideato uno stilosissimo sistema dal nome “party scrunchie”. Ma prima di presentare gli ideatori di questa trovata geniale, faremo un piccolo accenno su cosa sia una droga da stupro. La droga da stupro, o droghe da stupro sono sostanze psicoattive. Le più comuni sono il: GHB gamma-idrossibutirrato, il GBL gamma-butirrolattone, l’MDMA. La loro assunzione provoca un’alterazione del processo di memorizzazione, ovvero una perdita di memoria a breve termine dove a distanza di ore dalla ripresa non fa ricordare al soggetto in questione cosa possa essergli successo, o cosa gli sia potuto accadere. Per farla in breve si tratta di una momentanea perdita del controllo, della lucidità e della consapevolezza delle proprie azioni. L’uso di un alto dosaggio di tali sostanze può provocare; nausea, capogiro e malessere generale. Sono definite droghe da stupro perché? Perché il soggetto a cui vengono somministrate involontariamente in un drink esempio in discoteca, o in un bar non può impedire lo stupro se queste fossero le intenzioni e quindi si perde la facoltà del dire “no”. Nei paesi anglosassoni il solo aggiungere sostanze stupefacenti in un drink, o in una pietanza è considerato reato. Ma allora a cosa serve , o a cosa può servire il party scrunchie? Come abbiamo inizialmente accennato la giovane coppia ideatrice del prodotto Carlotta e Nicolas hanno ideato un coperchio elastico che possa ricoprire il bicchiere. In questione il party scrunchie è un tappo traspirante protettivo, con il foro apposito per la cannuccia. Carlotta e Nicolas hanno maturato l’idea di questo prodotto “salvavita” o “antistupro” lo scorso 2021. Dopo apposite ricerche in merito alle droghe antistupro, sono passati alla scelta della forma del prodotto; molto simile ad un codino per capelli. Le fasi successive sono state la creazione di un sito ed uno shop online, e tutta la consapevolezza ed il coraggio a soli 19 anni di lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria giovanile. Il lancio del sito del Party Scrunchie è partito il 17 ottobre. Auguriamo a questa giovane coppia che la loro idea possa giungere non solo nella borsa del singolo acquirente, ma che possa essere al contempo acquistato da possessori e gestori di locali come; lounge bar, discoteche o quanto altro ci sia di simile. Potete trovare Carlotta, Nicolas ed il party scrunchie anche sul canale social Tik Tok.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il disturbo post traumatico da stress: testimonianza di una ragazza

A cura di Marilena Lombardi Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è una forma di disagio che si...

Alla scoperta di Praga

A cura di Ionela Polinciuc Considerata una delle città più belle d’Europa. Attraversata dal fiume Moldava, la città si...

Mobbing: la persecuzione psicologica sul lavoro

A cura di: DI MAMBRO DOLORES- DOCENTE E PEDAGOGISTA “Sei un incapace, non andrai da nessuna parte se lavori in questo...

Tragedia Ischia: Adesso indaga la Procura

A cura di Ionela Polinciuc A poche ore dalla tragica e devastante colata di fango e massi che ha...

Commenti recenti