26 Settembre 2022, lunedì
Home Consulente di Strada Il pianerottolo e le piante: cosa dice la legge

Il pianerottolo e le piante: cosa dice la legge

Condominio: è legale occupare gli spazi comuni con le proprie cose? Assemblea e regolamento possono vietare di ingombrare le aree comuni?
Il condominio è l’edificio caratterizzato dalla compresenza di parti di proprietà esclusiva (le abitazioni e loro pertinenze) e parti comuni (il cortile, l’androne, le scale, il lastrico solare, ecc.). Mentre nelle prime è possibile fare ciò che si vuole (nei limiti del vivere civile), nelle seconde occorre rispettare i diritti degli altri condòmini, i quali sono ugualmente proprietari della cosa comune. 

Pianerottolo: è parte comune?
Sebbene la legge (art. 1117 cod. civ.) non lo inserisca espressamente all’interno delle aree comuni del condominio, il pianerottolo va senza dubbio ricompreso in queste ultime. Per la precisione, anche le scale sono parti comuni dell’edificio condominiale e non v’è dubbio che il pianerottolo rappresenti un’estensione delle stesse, ovvero una parte integrante. Solo eccezionalmente il pianerottolo può ritenersi di proprietà privata di uno o di più condòmini: ciò accade se è così disposto dai rogiti di acquisto delle singole unità abitative o da un regolamento di condominio di natura contrattuale.Pianerottolo: si possono mettere le piante?È possibile collocare delle piante nelle aree comuni del condominio e, nello specifico, sul pianerottolo? La risposta è: dipende.Secondo la legge (art. 1102 cod. civ.), ciascun condomino può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. Dunque, non è possibile ingombrare le zone condominiali (androni, cortili, pianerottoli, ecc.) se l’occupazione è di intralcio agli altri, i quali sono di fatto impediti a poter godere dell’area come vorrebbero. Il regolamento e l’assemblea potrebbero tuttavia stabilire regole più severe, vietando che le aree comuni (ivi incluso il pianerottolo) siano sempre liberi da cose e oggetti di proprietà privata. In assenza di un divieto esplicito, mettere delle piante sul pianerottolo è lecito se non si crea intralcio al passaggio degli altri condòmini.Pianerottolo occupato da piante: cosa fare?Nel caso in cui il pianerottolo (o altra parte comune) sia totalmente occupato da piante o da altre cose di proprietà privata, l’amministratore o i condòmini, anche singolarmente, possono diffidare l’esecutore e possono chiedere la convocazione dell’assemblea per far cessare la violazione, anche mediante azioni giudiziarie (art. 1117-quater cod. civ.).Cosa si può mettere sul pianerottolo?Dunque, è possibile abbellire il pianerottolo collocando alcune piante, purché sia lasciato libero il passaggio e non costituiscano ingombro. Ciò vale non solo per le piante, ma per qualsiasi altro oggetto. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Italia Under 21, contro il Giappone in amichevole arriva solo un pari

A cura di Luigi Rubino Finisce 1 a 1 la seconda amichevole dell’Under 21 disputata a Castel di Sangro contro il Giappone. Gara...

Incidente per portiera auto aperta: conseguenze

Prima di tutto, bisogna sapere che chi si mette alla guida di un veicolo deve prestare sempre la massima attenzione.La presunzione di...

Cosa valuta il perito per il mutuo?

Bisogna sapere che il perito del mutuo valuta anche il valore commerciale dell’immobile sotto altri aspetti: il luogo in cui è collocato,...

Quali sono i scontrini detraibili?

Se vi siete chiesti quali sono i scontrini detraibili, ebbene sono detraibili gli acquisti che presentano sullo scontrino le seguenti diciture:Farmaco oppure...

Commenti recenti