28 Novembre 2021, domenica
Home Sport SIAMO I CAMPIONI D'EUROPA!

SIAMO I CAMPIONI D’EUROPA!

L’Italia è campione d’Europa. Gli azzurri di Mancini a Wembley trovano un trionfo storico, che le mancava dal 1968. L’Inghilterra padrona di casa è stata battuta ai calci di rigore dopo l’1-1 al termine dei tempi supplementari. L’Italia torna ad alzare un trofeo dopo 55 anni di digiuno. 

“Siamo stati bravi. Siamo stati bravi. Abbiamo preso il gol subito, siamo andati in difficoltà ma poi abbiamo dominato la partita. I ragazzi sono stati meravigliosi”, ha detto il ct azzurro Roberto Mancini alla Rai dopo il successo di Euro 2020 ai calci di rigore sull’Inghilterra. “E’ importante per tutta la gente e per tutti i tifosi. Vinto e giocato bene? Siamo contenti di questo”, ha aggiunto Mancini. «L’abbraccio e le lacrime con Vialli, 30 anni fa eravamo insieme qui e perdemmo. Poi siamo amici da una vita. Riportare la coppa in Italia dopo tanti anni è incredibile. Vialli ed io ci siamo emozionati… forse è perchè siamo anziani…».

«Abbiamo vinto meritatamente, sentivamo che c’era nell’aria qualcosa di magico. Ce lo meritiamo noi, e se lo merita tutta l’Italia». Così Giorgio Chiellini ai microfoni della Rai, dopo la vittoria dell’europeo contro l’Inghilterra.  «Siamo speciali, godiamocela. Godiamocela – aggiunge Chiellini – La chiave è sempre stata quella di giocare a calcio e di divertirci. Abbiamo subito solo un tiro in porta, abbiamo fatto la storia. Godiamocela».

«E’ un sogno che si avvera, un grande gruppo, abbiamo iniziato a crederci dalla Sardegna. Mano a mano abbiamo acquisito sicurezza. Stasera siamo diventati leggenda. Stiamo vedendo 58mila persone che se ne vanno via….è una grande nazionale l’Inghilterra. I tifosi ci sono rimasti male ma l’Italia gli ha dato una lezione. Quello che succedeva intorno quando abbiamo fatto il riscaldamento era solo contorno, ci siamo detti questo mentre ci fischiavano». Lo ha detto Leonardo Bonucci, ai microfoni della Rai, subito dopo la vittoria contro l’Inghilterra. 

«Ce lo meritiamo tutti, noi siamo quelli che non molliamo mai. Nel pallone può capitare di prendere goal, ma siamo stati spettacolari e ci meritiamo tutto. Gigione (Buffon ndr) è il più forte di tutti, io ho sempre cercato di farmi trovare pronto, ma lui è il numero uno. Vedremo dove arriverò io», dice Gianluigi Donnarumma

MATTARELLA: TORNIAMO VINCITORI

«Torniamo vincitori». Sergio Mattarella sale sul volo di Stato che lo riporta a Roma dopo la finale degli Europei vinta dagli Azzurri e trova ad accoglierlo l’equipaggio che espone una bandiera tricolore. «Ci ha portato fortuna», hanno detto i comandanti dell’Aeronautica Militare. «Tutti quanti insieme abbiamo avuto fortuna, una vittoria bellissima», ha risposto Mattarella. 

LA FESTA

Piazza Duomo a Milano invasa dai tifosi. A meno di un’ora dalla vittoria dell’Italia agli Europei di calcio contro l’Inghilterra migliaia di persone si sono riversate nella piazza ai piedi della cattedrale. Nonostante l’assenza di maxischermi per rispettare le misure anti-Covid e il rafforzamento del presidio delle forze dell’ordine per limitare gli assembramenti, la piazza è piena di tifosi, fra bandiere, cori e petardi. Numerose persone sono salite sul basamento del monumento a Vittorio Emanuele II e hanno acceso un fumogeno. Il sagrato della cattedrale è stato invece transennato. Tuffi dai ponti sui Navigli per festeggiare: alcuni ragazzi si sono buttati da uno dei ponti sul Naviglio abbracciando una bandiera dell’Italia, finendo nelle acque sottostanti. Sempre fra i Navigli e la Darsena il traffico è completamente bloccato e alcuni ragazzi ne hanno approfittato per salire sul tetto di un tram fermo. 

Momenti di tensione a Napoli, in piazza Trieste e Trento, durante i festeggiamenti per la vittoria della Nazionale agli Europei, tra un gruppo di una ventina di giovani e la Polizia in assetto antisommossa.  Sono stati lanciati verso gli agenti alcuni pezzi dei vasi nelle fioriere della zona e le forze dell’ordine hanno allontanato i giovani impugnando i manganelli. La situazione è poi tornata alla normalità.

Bolzano migliaia di persone stanno festeggiando il trionfo degli Azzurri sull’Inghilterra davanti al Monumento alla Vittoria, luogo simbolo per festeggiare le vittorie importanti nel capoluogo di provincia più settentrionale d’Italia. Circa quattromila persone si sono riversate tra l’area di fronte all’arco, eretto alla fine degli anni ’20, e il centralissimo ponte Talvera. Bandiere tricolori, cori, caroselli di autovetture, fuochi d’artificio stanno animando il capoluogo altoatesino. Migliaia di persone stanno festeggiando la vittoria dell’Italia di Roberto Mancini anche a Merano e Bressanone.

Dopo la fine del match la festa e la gioia di milioni di appassionati si riversa per le strade anche di Roma.  “Questa è una rivincita dopo la mancata qualificazione ai mondiali di Russia”, spiega Marco, 27 anni che in motorino assieme ad un amico è uscito di casa per far festa. 
“Siamo i più forti, Mancini è stato bravo a mettere assieme un gruppo unito”, replica Flavio. “A me il calcio non interessa tanto ma come non festeggiare con tutto questo rumore”, è la voce fuori dal coro di un anziano signore a passeggio con il cane che nel frastuono di clacson e grida sembra visibilmente a disagio. Poco più in là una coppia sulla quarantina, impossibile chiedere un commento a Marcello preso a dare indicazioni al cellulare agli amici su dove darsi appuntamento per festeggiare, la moglie Francesca invece è più disponibile. “Grandi ragazzi, e bravo a Mancini. Questa è una vittoria sentita da tutti, ce la meritavamo dopo tutta questa pandemia”. “Siamo i più forti di tutti”, urlano da un auto decappottabile tre ragazzi che poi accennano un ritornello: “Siamo i campioni d’Europa”, seguito dai clacson e dallo sventolio di bandiere. E ancora, “Spina-Spina-Spina”, urla un gruppo di ragazzi e ragazze. “Questa vittoria è tutta per Spinazzola dopo l’infortunio. Grande Spina”, sottolinea Davide. Infine due turisti danesi, anch’essi muniti di bandiera dell’Italia. “Come non festeggiare dopo la semifinale, in una serata di festa così ci sentiamo anche noi italiani”. Piazza del Popolo esulta con fumogeni colorati, abbracci e grida. L’impresa della nazionale di Mancini ha tenuto i tifosi incollati agli schermi fino all’ultimo calcio di rigore e ora ci si prepara a una notte di festeggiamenti. Dal palco della fanzone i dj che hanno animato i tempi morti della partita ora stanno «pompando» la piazza con musica tecno, mentre i tricolori sventolano sulla piazza, che adesso si è trasformata in una discoteca a cielo aperto. 

PIERLUIGI CANDOTTI 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Ancuta Lalau: parla della sua passione e delle sue opere dipinte a mano

A cura di Ionela Polinciuc Buongiorno Ancuta, tu hai trovato la tua strada e la tua serenità interiore dipingendo...

X Factor 2021 quinto Live, eliminati a sorpresa e nuovi inediti

Chi è uscito a X Factor 2021 nel quinto Live? Si avvicina sempre di più la finale e ci sono stati altri due...

Così l’olio d’oliva distrugge i batteri nelle insalate in busta

L'olio vergine di oliva ha una forte attività antimicrobica contro alcuni batteri patogeni che può contribuire a contrastare se utilizzato come ingrediente...

Un Italiano su tre approfitterà degli sconti del Black Friday

Tornano a crescere gli acquisiti del Black Friday. Quest'anno un italiano su tre è pronto a cogliere l'opportunità della giornata di super sconti che farà da...

Commenti recenti