12 Maggio 2021, mercoledì
Home Italia Economia Zero sostegni per il settore wedding

Zero sostegni per il settore wedding

Quasi un anno di stop per il settore dei matrimoni. A parte una breve parentesi la scorsa estate, tutti gli operatori hanno dovuto fermarsi: moltissime le cerimonie rinviate, troppe le incertezze per decidere di organizzare il “giorno più bello della vita” a queste condizioni. Una scelta comprensibile, ma che ha portato moltissimi imprenditori a fermare completamente le proprie attività.

Il governo con l’ultimo Decreto Sostegni ha stanziato aiuti anche per le imprese dei matrimoni e degli eventi privati. Ma la cifra complessiva di 200 milioni di euro deve essere distribuita tra le altre categorie economiche particolarmente colpite.

In Sicilia per aiutare questo settore: la legge di stabilità approvata dall’assemblea regionale siciliana per il comparto delle attività produttive ha stabilito la possibilità di accedere a contributi a fondo perduto.

Due milioni di euro saranno distribuiti al settore della ristorazione, del wedding, delle cerimonie e della moda. Sempre nell’ambito del settore dell’organizzazione di eventi matrimoniali (wedding planner), di feste e cerimonie previsti 3 milioni di euro che serviranno ai ristori a fondo perduto per compensare i costi per locazioni e utenze sostenuti nel 2020, per un massimo di 30 mila euro a impresa.

Un piccolo aiuto, considerato che si parla di un crollo del fatturato di circa il 90% per l’industria del matrimonio. E ancora i tempi di recupero sembrano essere lunghi, considerato che molti matrimoni sono stati rimandati a data da destinarsi, e quelli stranieri sono stati del tutto annullati. Chi ha deciso di andare avanti, lo ha fatto in forma ridotta, adattandosi alle regole imposte dall’emergenza sanitaria.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il matrimonio in crisi con la pandemia

Il covid e il lockdown hanno messo e stanno mettendo a dura prova la tenuta della famiglia italiana. ...

Ue: l’Italia potrebbe crescere del 4,2 % quest’anno

Dalle previsioni economiche di primavera pubblicate dalla Commissione europea nel 2021 il Pil dell'Italia crescerà del 4,2% nel 2021 e del 4,4%...

Italia si, Italia no: le nuove forme di turismo, dalle protesi ai vaccini

Il turismo ha assunto nell’ultimo ventennio un’accezione sempre più variegata con particolare riferimento alle opportunità ed ai vantaggi che questo stesso offre....

Amministrative Letta: “A Torino e Roma nessuna possibilità di convergenza Pd-M5S”

Il segretario dem: "Due città dove nel 2016 il Pd ha straperso e dove sono andate al governo due sindache sul cui...

Commenti recenti