15 Maggio 2021, sabato
Home Italia Salvini: "Riaperture? Inutile aspettare maggio"

Salvini: “Riaperture? Inutile aspettare maggio”

In diverse zone d’Italia i dati scientifici e i dati medici permettono di riaprire già da aprile.

Afferma il segretario della Lega Matteo Salvini  “Se la situazione sanitaria è positiva già da aprile, cosa diciamo a queste migliaia di lavoratori? Che devono aspettare un mese perché la scienza vale quando si chiude ma non vale quando si apre? Se la scienza è scienza quando diventi zona rossa e chiudi, la stessa scienza rimane scienza quando torni zona gialla e puoi riaprire”.

Aggiunge “Dal Ministro della Salute mi aspetto lo stesso rigore che ha applicato alle chiusure quando i dati lo permettono, alle riaperture.”

In merito alle manifestazioni in piazza da parte dei lavoratori sostiene:

“Se in piazza va un imprenditore, una madre di famiglia, un gestore di palestre, di teatro, di cinema, di impianto sportivo che ha in quell’attività i sacrifici di 40 anni di lavoro, non va in piazza un delinquente, va in piazza una persona che vuole lavorare. Poi su cento manifestazioni che ci sono state e cento altre che ce ne saranno, 99 sono tranquille, pacifiche, colorate, ordinate, se ci si infila qualche cretino che aggredisce o insulta i poliziotti il codice penale prevede già che questo cretino venga allontanato e passi dei guai. Però fortunatamente tutte le persone che io incontro e ascolto quotidianamente sono assolutamente tranquille e vogliono assolutamente lavorare”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Più di 70 mila imprese rischiano di chiudere, quasi 20 mila al Sud

Sono a forte rischio di espulsione dal mercato 73.200 imprese italiane tra 5 e 499 addetti, il 15% del totale, di cui quasi...

COMUNICATO STAMPA

PREMIO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER LA POESIA E LA NARRATIVA“MARIA DICORATO” L’Associazione Pro(getto) Scena Edition ETS nasce con l’obiettivo...

Draghi:”Bisogna investire sulle donne e sulla possibilità di avere figli”

"Un'Italia senza figli è un'Italia che non crede e non progetta. È un'Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire.

Commenti recenti