26 Luglio 2021, lunedì
Home Mondo Cronaca nel Mondo Bosnia, il campo profughi di Lipa: la denuncia delle Ong

Bosnia, il campo profughi di Lipa: la denuncia delle Ong

Migliaia di migranti rimasti senza riparo a seguito di un vasto incendio che ha distrutto il campo profughi di Lipa, vicino alla città bosniaca di Bihac, a pochi chilometri dalla frontiera croata. Vagano all’aperto e dormono in edifici abbandonati, in boschi o ricoveri di fortuna. Da anni ormai le Ong denunciano le condizioni drammatiche in cui vivono i richiedenti asilo che viaggiano sulla rotta balcanica.

I migranti che intraprendono questa strada arrivano soprattutto dall’Afghanistan, dal Pakistan, dall’Iraq e dalla Siria e tentano di entrare in Europa a piedi, camminando nei boschi. Spesso vengono respinti dalla polizia croata e riportati al confine con la Bosnia, dopo essere stati percossi e derubati. Secondo l’Oim, sono circa 8mila i migranti che si trovano in questo momento in Bosnia-Erzegovina. Dopo l’incendio di Lipa, infatti, il trasferimento degli sfollati verso il centro della città di Bihac è stato bloccato a causa delle proteste di gruppi di cittadini. Per questo molti migranti, rimasti senza un posto dove dormire, si sono messi i viaggio verso la città di Sarajevo, dove però la situazione è già al collasso.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti