25 Luglio 2021, domenica
Home Italia Politica Vaccini somministrati a rilento: Italia in panne, Lombardia in primis

Vaccini somministrati a rilento: Italia in panne, Lombardia in primis

Nella giornata del 27 dicembre in Italia è stata iniettata la prima dose di vaccino anti-Covid, ma a distanza di una settimana, delle 479.700 dosi attualmente a disposizione, sono state iniettate solo 122.528 . Nonostante la lentezza della campagna vaccinale che sta percorrendo tutta l’Europa l’Italia non si piazza neanche male, ottenendo un secondo posto in tutta l’Ue.

A preoccupare è soprattutto la Lombardia, che attualmente raggiunge un 5% di vaccinazioni e che, nonostante la criticità della situazione Covid nella regione, non sembra stare al passo con le vaccinazioni. Secondo Gallera la “colpa” sarebbe da imputare al personale medico in ferie:“Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate, non li faccio rientrare in servizio per un vaccino”.

A ritmi più spediti invece , in Italia, c’è la Puglia: sono salite a 6.802 le somministrazioni di vaccino anti Covid in Puglia, secondo l’ultimo dato del ministero della Salute, aggiornato all’una della notte scorsa. C’è stata, quindi, un’altra accelerazione considerando che ieri alle 13 erano 4.727 i vaccini inoculati agli operatori sanitari. Il 26,3% delle dosi consegnate alla Puglia, pari a 25.855,

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti