3 Agosto 2021, martedì
Home Italia Cronaca Omicidio di Manfredonia e infanzia violata

Omicidio di Manfredonia e infanzia violata

Una situazione familiare difficile una comune lite che si trasforma in violenza e un bambino di soli sette anni che prende le difese della mamma e di se stesso, uccidendo a coltellate il compagno della madre. Sembrerebbe questo lo scenario in cui si è consumato l’omicidio di un 38enne di Manfredonia con precedenti penali. La sua morte ha avuto luogo nella nottata tra domenica e lunedì in un podere di campagna di Manfredonia. In un contesto familiare particolarmente disagiato, una lite tra la madre del bambino e il suo compagno di fronte agli occhi dei figli; il figlio maggiore della donna ha afferrato un coltello e ha colpito violentemente e ripetutamente l’uomo, morto alcune ore più tardi in ospedale. La procura sta indagando, con massimo riserbo mediatico sul bambino a causa della sua età. Anche il bambino è finito in ospedale per ferite riportate alla bocca e ai denti, male minore rispetto al trauma che il bimbo dovrà rielaborare, che dovrà affrontare al fine di evitare effetti negativi sia sulla neurobiologia del cervello che sullo sviluppo delle relazioni interpersonali. A tutela di tutti questi bambini violati, nel 1959 è entrata in vigore la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia un trattato che include tutti i diritti dei bambini, fornendo una nuova visione sugli stessi come soggetti che hanno anche essi diritti di rispetto e realizzazione. Tra i 54 articoli della convenzione vanno citati; Diritto dei bambini a giocare, i bambini hanno il diritto a divertirsi e a giocare; Diritto dei bambini ad avere una casa, un luogo dove possono essere protetti, dove il bambino può vivere con comprensione, tolleranza e amore; il Diritto ad avere una famiglia, il diritto a crescere  in un atmosfera e sicurezza morale e materiale. I bambini sono la nostra visione sul futuro, violarli significa cancellare i colori del mondo e smettere di credere ai sogni impossibili. Preservare il diritto ad essere bambino vuol dire proteggere piccole mani imbrattate di mille colori che disegnano avventure incredibili. Viaggi in mondi fantastici popolati di persone senza pregiudizi ne odio, mondi che noi grandi abbiamo dimenticato, ma che esistono ancora dobbiamo solo crederci.

Avv. Sabina Vuolo

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Cina: il Covid ritorna a Wuhan, individuati 7 casi

Il Covid-19 ritorna a Wuhan dopo mesi di assenza: sette lavoratori migranti sono risultati positivi ai test e sono stati inviati agli...

Attacco hacker alla Regione Lazio, si indaga su una richiesta di riscatto

La Polizia Postale consegnerà nelle prossime ore in procura una prima informativa sull'attacco hacker subito dalla Regione Lazio. Stando a quanto appreso dall'AGI, gli autori...

Conte alla prova dello Statuto, e M5S serra fila su divisioni

Nessuno scontro tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio, nessuna frattura, solo un lavoro corale. Nel day after dell'estenuante trattativa sulla riforma...

Lo Spoleto meeting art alla biennale di Venezia

Lo Spoleto meeting art speciale biennale di Venezia sarà presentato martedì 3 agosto a Venezia lido a villa pannonia ore 17 alla...

Commenti recenti