Come presentare la disdetta del canone Rai per decesso?

In caso di decesso dell’intestatario dell’utenza elettrica legata al pagamento della tassa, un altro modo per procedere alla disdetta del canone Rai è quello di inviare un’apposita autocertificazione all’Agenzia delle Entrate. Sul sito della medesima, infatti, è spiegato, abbastanza chiaramente che l’erede del contribuente può presentare una dichiarazione sostitutiva in cui afferma che lui stesso o altro erede della abitazione in questione è già intestatario di un’utenza su cui è dovuta la tassa. 

Compilare il modulo presente sul sito dell’Agenzia e, in particolare, il quadro B del medesimo ed inviandolo con le modalità previste allo scopo, sarà possibile impedire l’addebito del canone Rai. A questo proposito, ricorda sempre:

  • che il modulo, compilato e sottoscritto, va inviato, con raccomandata, a Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Viceversa, se hai un account su Fisconline, puoi inoltrare la richiesta mediante i servizi riservati agli utenti registrati. In quest’ultimo caso, si tratta, evidentemente, della modalità di comunicazione più veloce ed economica;
  • che se i presupposti per la cessazione del canone ricorrono prima del 1 gennaio dell’anno di riferimento, allora non sarà dovuta alcuna tassa. Se, invece, il decesso dell’utente è avvenuto dopo il 1 gennaio ma entro il 1 luglio, allora il canone non sarà dovuto solo per il secondo semestre dell’anno.
Written By
More from Redazione

Conte: ‘Mi ha chiamato Merkel, bozza Ue sarà accantonata’

“Domenica al centro della discussione sull’immigrazione ci sarà la proposta italiana e se...
Read More