10 Maggio 2021, lunedì
Home News Coronavirus, caso sospetto a Lentiscosa: parla il padre del 20enne

Coronavirus, caso sospetto a Lentiscosa: parla il padre del 20enne

Coronavirus: Sospettabile caso di contagio a Lentiscosa, parla il padre del giovane 20enne coinvolto nella vicenda

Stupisce che l’epidemia sia esplosa anche a Lentiscosa, una frazione del comune di Camerota in provincia di Salerno. In seguito al propagarsi in Italia del Coronavirus e la successiva notizia di un possibile caso di contagio, allerta un’intera comunità.

Francesco Fimiani, il 20 enne coinvolto nella vicenda, è stato messo in quarantena dopo aver frequentato i luoghi colpiti da Coronavirus. Non ha sintomi che farebbero pensare ad un possibile contagio da Covid-19. Abbiamo raggiunto telefonicamente Sabato Fimiani (Tino), il padre del giovane in attesa dello specifico test a cui vengono sottoposte tutte le persone per cui si sospetta un possibile contagio. Il tampone è praticamente l’ultimo passaggio di una rigorosa procedura che comincia con alcune precise domande volte a capire se il rischio di aver contratto il virus sia reale oppure no.

Risultato immagini per cornavirus

Tino Fimiani afferma: ‘’Stiamo aspettando che ci venga comunicato quando sarà fatto il tampone.’’

Una preoccupazione non indifferente all’esterno della famiglia Fimiani, un paese intero giornalmente tempesta di telefonate il giovane e la sua famiglia per avere ulteriori informazioni.

Il padre di Francesco, ha già contattato il sindaco Mario Salvatore Scarpitta e il proprio medico di base sollecitando il tampone per il figlio. Il signor Fimiani dichiara: ‘’oggi, Lunedi 24 febbraio ore 17.30: nonostante chi di competenza è stato informato attentamente della vicenda, non è stato fatto il tampone.  Sono amareggiato perché se ad oggi mio figlio non può essere positivo, però, potrebbe esserlo tra 5 giorni, non è giusto che un intero paese viene allertato in questa maniera. Ho chiesto e sollecitato in regime di urgenza la possibilità di fare il tampone a mio figlio. Sono disposto pienamente a pagarlo di tasca mia, questo proprio per evitare che un’intera comunità debba subire panico inutile. Sono emozionato e ringrazio vivamente tutto il paese. In tanti si sono offerti di portarci la spesa, ma ora come ora non abbiamo grosse necessità, vogliamo solo che venga fatto il prima possibile il tampone a nostro figlio, in questo modo possiamo tranquillizzare tutti voi’’.

Intorno alle ore 20 di oggi 24 febbraio, il Sindaco Mario Salvatore Scarpitta annuncia in diretta sui social che, in collaborazione con il Maresciallo Francesco Carelli è riuscito ad ottenere il tampone per il giovane 20 enne di Lentiscosa. Adesso non ci rimane che aspettare l’esito del test.

a cura di Ionela Polinciuc

 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Covid, Italia sempre più gialla, nessuna regione sarebbe rossa

L'Italia diventa sempre piu' gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Valle d'Aosta dovrebbe, infatti, diventare arancione. Verso un cambio di colore...

COMUNICATO STAMPA:L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA

L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA S.E....

Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende.

La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per "la cedibilità del credito di imposta nell'acquisto...

Giovane uccisa nel Napoletano

Ylenia Lombardo, 33 anni, è stata uccisa a coltellate ieri pomeriggio a San Paolo Bel Sito (in provincia di Napoli). ...

Commenti recenti