24 Luglio 2021, sabato
Home Italia Matteo Renzi: ''Noi non vogliamo lasciare le postazioni, se poi il presidente...

Matteo Renzi: ”Noi non vogliamo lasciare le postazioni, se poi il presidente del Consiglio vuole lo dica”

Matteo Renzi non ha “assolutamente” intenzione di far cadere il governo sulla prescrizione. Ma è necessario secondo lui “parlarsi chiaro, non prendiamoci più in giro”.

Di recente è stato intervistato a Radio Capital, ed ha ammesso: “Noi non vogliamo lasciare le postazioni, se poi il presidente del Consiglio vuole lo dica, ma sulla giustizia noi non ci stiamo. Se ci vogliono buttar fuori lo dicano, se ci dicono ‘o cambiate idea o vi buttiamo fuori’, noi non cambiamo idea”.Risultato immagini per matteo renzi

Inoltre ha parlato del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. “Ha una visione giustizialista che io non condivido. E’ quello che se arriva Battisti in Italia fa il video e confonde il dolo e la colpa”.

“Tra coronavirus, Frecciarossa e crollo del Pil insistono sulla prescrizione. L’accordo di ieri Pd-5s produce “danni devastanti” per gli avvocati. Non capisco perché insistano a dire no al lodo Annibali. Forse perche’ loro non amano essere definiti garantisti. Noi invece sì”, scrive su twitter Renzi.

fonte:www.tgcom24.mediaset.it

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti