10 Maggio 2021, lunedì
Home Salute OMS contro le sigarette elettroniche: non sono sicure

OMS contro le sigarette elettroniche: non sono sicure

Le sigarette elettroniche sono senza dubbio dannose per la nostra salute per questo devono essere regolamentate. L ‘Organizzazione mondiale della sanità(OMS) ha deciso di scendere in ”campo” contro l’uso delle sigarette elettroniche. Secondo l’Agenzia delle Nazioni Unite specializzata per le questioni sanitarie, le e-cig (sigaretta elettronica) “non sono sicure”, ma sono molto rischiose per lo sviluppo del cervello degli adolescenti e “possono danneggiare il feto in crescita”. Inoltre “non ci sono poche prove che aiutino i fumatori a smettere”. Pertanto, “laddove non siano vietate, devono essere regolamentate”.

In un documento di domande e risposte pubblicato sul portale dell’Oms si legge che “aumentano il rischio di malattie cardiache e disturbi polmonari. Espongono, di seconda mano, anche i non fumatori “alla nicotina e ad altre sostanze chimiche dannose”. Ciò significa che i vapori emessi contengono sostanza tossiche che possono essere respirate dalle altre persone.

02

Il liquido che contiene: “può bruciare la pelle e causare avvelenamento da nicotina se ingerito o assorbito. Esiste il rischio che i dispositivi perdano o che i bambini ingeriscano il contenuto”, e “possono causare gravi lesioni a seguito di incendi ed esplosioni”. Crea dunque un aerosol ‘cattivo’ per coloro che lo respirano.

Nel nuovo rapporto Epidemia globale di tabacco 2019 pubblicato qualche mese dice che ci sono circa 1,4 miliardi (per lo più uomini), e circa 8 milioni le persone che muoiono a causa del fumo (sia attivo che passivo).

Inoltre questo tipo di sigaretta è molto utilizzata ed è sempre più in aumento tra gli adolescenti: “I giovani che fumano le sigarette elettroniche sono esposti alla nicotina, che può avere effetti a lungo termine sul cervello in via di sviluppo”. Inoltre si parla anche del rischio di dipendenza da questa sostanza, dato che ci sono sempre più prove disponibili che dimostrano come i giovani non fumatori che usano le ecig hanno il doppio delle possibilità di cominciare a fumare sigarette tradizionali più tardi nella vita.

fonte: www.notizie.tiscali.it

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Covid, Italia sempre più gialla, nessuna regione sarebbe rossa

L'Italia diventa sempre piu' gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa: la Valle d'Aosta dovrebbe, infatti, diventare arancione. Verso un cambio di colore...

COMUNICATO STAMPA:L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA

L’ARCIVESCOVO BATTAGLIA OSPITE AL COMITATO DI NAPOLI IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA e MEZZALUNA ROSSA S.E....

Dl Sostegni, salta ‘superbonus’ aziende.

La Ragioneria generale dello Stato boccia la norma inserita dal Parlamento del dl Sostegni per "la cedibilità del credito di imposta nell'acquisto...

Giovane uccisa nel Napoletano

Ylenia Lombardo, 33 anni, è stata uccisa a coltellate ieri pomeriggio a San Paolo Bel Sito (in provincia di Napoli). ...

Commenti recenti