Campania: Nuova Terapia Oculista hanno ridato la vista a 2 bambini

Due bambini, uno di 8 anni e uno di 9, ciechi dalla nascita a causa di una distrofia retinica ereditaria, hanno recuperato la vista grazie a una tecnica innovativa eseguita per la prima volta in Italia nella Clinica oculistica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. La malattia è causata da mutazioni in un gene chiamato RP65 e la terapia sviluppata da Novartis ha il compito di copiare questo gene ma funzionante.

Questo metodo è stato chiamato “Luxturna” ed è stato illustrato da Francesca Simonelli nonchè direttrice della Clinica Oculistica dell’ateneo. La copia del gene RP65 è in grado, attraverso una singola somministrazione, di migliorare la capacità visiva dei pazienti.

La tecnica e i risultati sono stati presentati dalla direttrice al Policlinico di Napoli. Tra i partecipanti: Giuseppe Paolisso, Rettore dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli; Giuseppe Limongelli, direttore del Centro di coordinamento Malattie Rare della Regione Campania; Fulvio Luccini, Patient Access Head Novartis.

fonte: www.tgcom24.mediaset.it

 

Tags from the story
, , , ,
Written By
More from Redazione

Coronavirus, il farmaco anti-artrite può fare effetto? Dopo la Cina anche l’Italia lo sta testando.

Due pazienti affetti da polmonite severa da coronavirus e ricoverati all’ospedale Cotugno...
Read More