“Il Giorno più bello del mondo” : nuovo film in uscita di Alessandro Siani, la favola magica raccontata in un’intervista esclusiva

Presso il Grand Hotel Vesuvio la presentazione dell’ultimo film di Alessandro Siani “Il Giorno più bello del mondo”in uscita questa sera, giovedì 31 ottobre, nelle sale cinematografiche .

Intervista ad Alessandro Siani e Stefania Spampinato, rispettivamente nei ruoli di Arturo Meraviglia e Flavia Mainardi.

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone in piedi

 

“Il Giorno più bello del mondo” per Arturo Meraviglia e Flavia Mainardi, lui impresario teatrale, lei una dolce dottoressa , convocata per occuparsi di un “caso particolare”: Gioele, nipote di Arturo,dotato di poteri sovrannaturali.

S.S: Finalmente ci siamo! Pronti al debutto nei cinema di questa fantastica favola, diversa da tutte le altre perché caratterizzata da una trama che attinge dal reale: l’eredità inaspettata di Arturo stravolgerà ,in positivo, l’esistenza di entrambi.

La comicità di Siani per intrattenere il pubblico ma non solo: quale insegnamento morale si cela nelle tue battute?

A.S.:Il gioco è semplice: raccontare una storia nella sua integrità , magari aggiungendo quei particolari che facciano divertire il pubblico ,naturalmente, senza forzature. Sono molto soddisfatto del lavoro compiuto soprattutto grazie al cast efficace e fortissimo. Per non parlare di Leone e Sara, rispettivamente 4 e 10 anni, sono stati veramente spettacolari sul set

Nei diversi ruoli che hai interpretato durante la tua carriera, in quale ti rivedi maggiormente?

A.S.:Nel ruolo di Arturo Meraviglia mi sono divertito molto anche perché mi ha fatto tornare però sono molto legato anche al personaggi di ‘’Benvenuti al Sud’’ , un film che rappresenta una svolta importante mettendo in evidenza le differenze tra Nord e Sud .

Quanto risulterà essere incisiva la magia e il potere di Gioele sulla trama del film?

A.S.:Tutto nasce da lì, dal bambino che riesce con le sue magie a cambiare quello che c’è intorno, il suo personaggio è importante anche solo metaforicamente e pensare che qualcosa di straordinario posso accadere nella nostra vita.

Personalmente sono sempre due passi indietro dal resto del cast poi dipende dal ruolo che interpreto, come regista lascio andare la storia, come attore quando scelgo di lavorare con un cast cerco di trovare sempre attori di grande umanità e di confrontarmi con loro ,come sceneggiatore scrivo delle storie e quindi già so più o meno quello che può accadere, questo è il film corale che è fatt cu’ cor.

Il regista Siani: in breve?

S.S.:E’ spettacolare, lui è un regista meraviglioso, super preparato e molto bravo a comunicare con gli attori , si è creato tra noi un feeling pazzesco, tanto studio, lavoro e tante soddisfazioni.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Carpaccio di ombrina con castagne e radicchio: Ingredienti e Preparazione

  INGREDIENTI 250 g filetti di ombrina per il consumo a crudo...
Read More