13 Aprile 2021, martedì
Home TV & Gossip Chiara Ferragni: ''Unposted'', uscita del documentario dell'imprenditrice più amata del momento

Chiara Ferragni: ”Unposted”, uscita del documentario dell’imprenditrice più amata del momento

Risultati immagini per CHIARA FERRAGNI - UNPOSTED

Chiara Ferragni, imprenditrice digitale italiana, dalla nascita del suo primo blog alla costruzione di un impero nel mondo della comunicazione digitale.

Ci sono due momenti, nel documentario diretto da Elisa Amoruso, che ci fanno conoscere meglio Chiara:  Il primo si tratta di  una sequenza di filmini girati dalla madre di Ferragni, la ex modella e scrittrice Marina Di Guardo, durante le vacanze negli anni Ottanta con la famiglia. Video in cui Di Guardo è sempre l’unica dietro alla camera: lo fa, dice, per “tenere traccia” del passato, ma l’impressione è piuttosto un’altra. E cioè che la donna usi l’obiettivo come un filtro, o meglio una barriera, per tenere a distanza il resto del mondo (quella bella famiglia, scopriremo più avanti, è destinata di lì a poco a sfasciarsi.

Nei primi anni dell’adolescenza è il soggetto preferito dei filmini della madre. Si sbraccia, fa le facce buffe, la chiama, attira l’inquadratura provando in tutti i modi a conquistarne l’attenzione. Sono le immagini seminali dell’universo Ferragni: una bambina che cerca il consenso della madre attraverso l’obiettivo di una videocamera.

Il secondo invece a che fare con tutta un’altra Chiara. Da adulta, la ragazza incontra un’ammiratrice che le chiede una foto. L’influencer impugna il cellulare. Scatta. Ri-scatta. E scatta ancora. In quegli impercettibili movimenti del collo, in quei microaggiustamenti di luce e inquadratura, in quel cliccare rapido del pollice e nella mostruosa concentrazione che richiede la messa in scena, c’è tutto quello che – nel frattempo – è diventata la bambina di prima: una donna capace di controllare l’immagine che passa attraverso l’obiettivo, un’immagine fatta per conquistare il consenso del (web)mondo.

Sarebbe stato un bel documentario, Chiara Ferragni – Unposted, se Amoruso avesse scelto di proseguire l’indagine del “fenomeno” sui binari scomodi di una storia personale più intima di quella che rimbalza ottusamente, da anni, sulle pareti della bolla social. E invece tutto, a eccezione di quei momenti, finisce per affogare nel mare di un racconto che obbedisce a un solo apologetico imperativo: l’aurea gentilezza di Chiara e l’assenza di conflitto nella sua comunicazione. Chiara è gentile, Chiara ama la vita, Chiara non aggredisce nemmeno gli haters, ci viene ripetuto in continuazione.

Non c’è conflitto nemmeno quando entra nel settore della moda. Chiara dice di aver fatto fatica a emergere, ma Amoruso non ci mostra come sia stato possibile che la figlia di un dentista di Cremona finisse a far défilé con Anna Wintour. Non c’è conflitto nella storia patrimoniale di Ferragni, perché la separazione da Riccardo Pozzuoli, suo ex socio e cofondatore del blog ‘The Blond Salad’, viene liquidata come “tradimento” e archiviata in un battito di tacchi. E soprattutto, nonostante Ferragni esponga il proprio corpo – reale e digitale – in un ambiente conformista come quello della moda, non c’è nessun accenno alla lotta necessaria per mantenere di fronte a tutti quell’esteriore perfezione.

FONTE: www.mymovies.it

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Calenda a Letta, primarie legittime ma le strade si separano

Enrico Letta segretario del Pd ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative "Le amministrative sono un banco...

No Tav, scontri in Val Susa

In Val Susa ( San Sidero)  nella notte ci sono state delle tensioni tra No Tav e forze dell’ordine per l’avvio dei...

Protesta “Io apro”: scontri e bombe carta a Roma

Centro blindato a Roma e tutte le zone ztl chiuse per evitare assembramenti durante la manifestazione non autorizzata davanti a Montecitorio.

Minneapolis: polizia uccide afroamericano

Daunte Wright un ragazzo afroamericano di 20 anni è stato ucciso dalla polizia al Brooklyn Center, Minneapolis. L’episodio ha...

Commenti recenti