20 Giugno 2021, domenica
Home Consulente di Strada Che succede se non controlla la posta ricevuta in PEC? 

Che succede se non controlla la posta ricevuta in PEC? 

Che succede se non controlla la posta ricevuta in PEC?

Risponde il Prof.Giuseppe Catapano

consulentedistrada@gmail.comImmagine correlata

Secondo la Cassazione, la notificazione a mezzo Pec (posta elettronica certificata) si ha per eseguita nel caso in cui la mancanza di diligenza del destinatario abbia impedito il regolare completamento del procedimento di consegna del messaggio. Il che succede proprio quando la casella di posta è piena. come già chiarito in passato dalla stessa Cassazione  il titolare dell’account di posta ha infatti il dovere di assicurarsi il corretto funzionamento della casella postale, attraverso l’uso di dispositivi di vigilanza adeguati ed un controllo costante e prudente della posta in arrivo, compresa quella classificata dal programma gestionale come posta indesiderata.

Quindi non è possibile opporre scuse (peraltro ormai abbastanza consuete come):

  • ho perso le chiavi di accesso alla mia casella Pec (bisogna sempre conservare a memoria o in un luogo sicuro la password o l’indirizzo dell’email; in ogni caso sono sempre previste delle procedure per consentire agli smemorati di recuperare le chiavi di accesso);
  • ho affidato al mio commercialista l’incarico di aprire e gestire la casella Pec ma lui non mi ha mai detto nulla (ciascuno è responsabile della propria Pec, anche se ne affida a terzi la gestione);
  • ho ricevuto la notifica della Pec nella casella dello spam, per cui non ne ho potuto prendere visione (il titolare della Pec deve controllare giornalmente anche nella casella della posta indesiderata);
  • il computer era in assistenza e non ho potuto controllare la posta certificata (si può controllare la Pec da qualsiasi computer e ora anche da smartphone);
  • per un guasto alla luce sono rimasto senza elettricità in casa per tre giorni e mi è sfuggita la scadenza (anche in questo caso ci sono tante possibilità di collegarsi alla propria Pec da qualsiasi luogo e dispositivo);
  • ho ricevuto, nella stessa giornata, un messaggio di posta elettronica certificata particolarmente pesante da occupare tutti i giga. Per cui non ho avuto neanche il tempo di andare a cancellare la posta arrivata e poter ricevere le altre email (non bisogna mai ridursi all’ultimo minuto e lasciare sempre spazio a sufficienza nell’account per non rimanere completamente privi di giga);
  • non sapevo come si libera lo spazio dalla casella Pec (ciascuno deve curare in modo diligente la propria Pec andando a cancellare i messaggi vecchi, anche giornalmente).
Sponsorizzato

Ultime Notizie

C O M U N I C A T O S T A M P A

Esordi letterari: grande riscontro per il libro “Un esoterico amore” di Saverio Ferrara (Graus Edizioni) Romanzo...

Che valore ha una chat in un processo ?

Il Codice civile è nato quando ancora gli sms e le e-mail non esistevano, né il legislatore si è mai preoccupato di...

Confcommercio, crollo dei consumi nel 2020, persi 126 miliardi di euro

"Con un calo complessivo dei consumi dell'11,7%, pari ad oltre 126 miliardi di euro, il 2020 ha registrato il peggior dato dal...

Juve in lutto, addio Boniperti. Europei, l’Olanda aspetta gli Azzurri

È morto nella notte Giampiero Boniperti, presidente onorario della Juventus che il prossimo 4 luglio avrebbe compiuto 93 anni. La storica bandiera bianconera,...

Commenti recenti