26 Luglio 2021, lunedì
Home Italia Cronaca Parla Innocenza Giannuzzi(Presidente Agricoop Italia): “Scioglimento dei consigli comunali per Mafia,...

Parla Innocenza Giannuzzi(Presidente Agricoop Italia): “Scioglimento dei consigli comunali per Mafia, una legge da riscrivere”

Sono trascorsi pochi giorni dalla notizia che il TAR del Lazio ha accolto i ricorsi  contro lo scioglimento dei consigli comunali di Lamezia Terme e Marina di Gioiosa Jonica.

Oggi le varie forze politiche esprimono il loro disappunto,  diffondendo attraverso la stampa e i social network attestati di stima per i Sindaci ricollocati sulle rispettive poltrone  e sgomento per una prassi, quella dello scioglimento dei comuni per infiltrazioni mafiose, divenuta oramai dubbia e ricca di incertezze.

Ricordiamo che un comune non viene sciolto per infiltrazioni mafiose dalla sera alla mattina. Si parte sempre da una decisione del Prefetto che a seguito di informative di polizia giudiziaria o in conseguenza di una operazione giudiziaria decide di inviare una commissione di accesso agli atti che studia per tre mesi, rinnovabili, tutte le delibere, determine, atti dell’Ente,  emesse dalla parte politica e dai tecnici,  alla ricerca di un qualsivoglia condizionamento mafioso.  Si analizzano anche le condotte e le frequentazioni degli amministratori, le gare di appalto e gli affidamenti di lavori e servizi, al fine di dimostrare se quel consiglio comunale, quella compagine amministrativa, quei tecnici e dirigenti comunali siano stati condizionati o meno dalle organizzazioni mafiose. Nella quasi totalità dei casi, tranne rare eccezioni, la relazione finale della Commissione d’accesso produce lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose e la consegna del Comune ad una triade commissariale che si insedia nell’immediato con l’obiettivo di risanare e liberare dal condizionamento mafioso le istituzioni.

Fin quando il Comune è effettivamente ostaggio delle consorterie mafiose nulla quaestio, ma il fatto che ultimamente il Tar del Lazio, competente in questi casi, annulli i decreti di scioglimento emessi dal Consiglio dei Ministri pone una questione fondamentale che deve essere attentamente valutata: La legge che disciplina lo scioglimento dei consigli comunali per infiltrazioni mafiose va profondamente riscritta.

In primo luogo bisogna rifondare le attività di accesso antimafia garantendo innanzitutto uno studio approfondito, asettico e privo di condizionamenti della situazione reale dell’Ente osservato, in più le commissioni di accesso e le commissioni straordinarie devono vedersi riconosciuti maggiori poteri  di quelli attuali e se necessario devono avere maggior tempo a disposizione per esprimere il loro giudizio se necessario-

In secondo luogo qualora il Tar ed eventualmente successivamente il Consiglio di Stato annullino il decreto di scioglimento è necessaria una seria azione di risarcimento per il danno creato. Ma ad essere risarcite in primo luogo devono essere le popolazioni colpite dall’umiliazione dello scioglimento per mafia, le popolazioni marchiate, insieme ai propri amministratori eletti, di mafiosità.

E’ compito della Politica riformare il sistema e ridare dignità alle popolazioni ingiustamente umiliate e additate come mafiose.  E’ compito della Politica e della Magistratura evitare i balletti cui possono essere costretti gli Enti a seguito dello scioglimento per Mafia, basti pensare al Comune di Tropea sciolto per Mafia che ha visto annullare il decreto di scioglimento dal TAR, il Sindaco ritornare a governare e subito dopo il Consiglio di Stato annullare la sentenza del TAR facendo ritornare la Commissione straordinaria in città. Tali vicende sono umilianti per una nazione come l’Italia già culla del diritto.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Tokyo 2020, la 4 x 100 sl è d’argento: staffetta nella storia

'Italia conquista l'argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con la staffetta 4x100 stile libero maschile, seconda in finale con il nuovo record...

Afghanistan: migliaia in fuga dai combattimenti a Kandahar

Oltre 22 mila famiglie afghane hanno abbandonato le loro case per sfuggire ai combattimenti nell'ex bastione talebano di Kandahar, hanno affermato oggi...

Torna a crescere l’occupazione di posti in ospedale

Dopo settimane di calo seguite da stabilità, per la prima volta mostra un aumento dell'1%, a livello nazionale, la percentuale di posti...

Tokyo 2020, Italia tra medaglie e polemiche

Un’Italia che sogna e fa sognare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, che ha collezionato già otto medaglie nonostante i pochi giorni trascorsi dall’inizio...

Commenti recenti