1 Dicembre 2021, mercoledì
Home Mondo Aereo abbattuto, 80 bambini tra le vittime. Obama accusa i separatisti filorussi

Aereo abbattuto, 80 bambini tra le vittime. Obama accusa i separatisti filorussi

Duecentonovantotto vittime, tra cui 80 bambini. E’ il bilancio del disastro dell’aereo della Malaysia Airlines precipitato in Ucraina, a 60 km dal confine con la Russia. A bordo, ha reso noto la Farnesina, “risulterebbero anche un cittadino italiano-olandese e suo figlio”.

Passeggeri a bordo – Sul volo MH17, oltre ai 283 passeggeri, anche 15 membri di equipaggio di nazionalità malese. Dei passeggeri, 189 erano olandesi. Tra loro anche un senatore dell’Aja, Willem Witteveen.

Usa: “Abbattuto dai separatisti” – Il Boeing 777 in volo tra Amsterdam e Kuala Lumpur è precipitato non lontano da Donetsk, dove sono in corso combattimenti tra separatisti filorussi ed esercito ucraino. Secondo l’Interfax, il Boeing sarebbe stato abbattuto mentre volava a 10mila metri di altezza.

Un rapporto preliminare dei servizi di intelligence degli Stati Uniti citato dalla Cnn sostiene che l’aereo è stato molto probabilmente abbattuto dai separatisti filorussi. Così come indicato anche dall’ambasciatore americano all’Onu, Samantha Power, durante la riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite: “E’ stato probabilmente abbattuto da un missile terra-aria sparato da una località sotto il controllo dei separatisti nell’est dell’Ucraina”.

Russia: responsabilità di Kiev – Mentre l’ambasciatore russo all’Onu, Vitaly Churkin, ha respinto le “insinuazioni” sulla responsabilità di Mosca ed ha accusato Kiev: “Tutta la responsabilità è del governo ucraino”. Secondo il diplomatico le autorità dell’aviazione di Kiev sono responsabili per aver permesso a voli civili di sorvolare un’area “dove ci sono sistemi antiaereo”.

Onu: indagine indipendente – Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, si è detto allarmato per quelle che appaiono essere “informazioni numerose e credibili secondo cui un missile sofisticato terra-aria sia stato utilizzato” per abbattere l’aereo malese. Lo ha riferito il responsabile degli affari politici dell’Onu, Jeffrey Feltman. Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, riunito per una seduta d’emergenza, ha chiesto “un’indagine indipendente e approfondita” sul disastro.

Anche la presidente dell’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, Ilkka Kanerva, ha sollecitato “un’inchiesta internazionale rapida e approfondita per determinare le circostanze esatte dell’incidente e assicurare i responsabili alla giustizia”. Kanerva ha sottolineato come ci siano “già forti indicazioni che un missile lanciato dalle aree controllate dai ribelli possa aver provocato questa catastrofe”.

Nessun sos – A rafforzare l’ipotesi dell’abbattimento le parole del premier malese Najib Razak: “Malaysian Airlines ha confermato che dall’aereo non è partita alcuna richiesta di soccorso. Dobbiamo, e ci riusciremo, scoprire cosa è successo esattamente a questo volo. Se verrà fuori che l’aereo è stato abbattuto, insisteremo perché i responsabili vengano consegnati alla giustizia”. Tra le vittime c’è anche la seconda moglie del nonno del premier malese.

Tregua e accesso alla zona – Per permettere le indagini i separatisti filorussi dell’est dell’Ucraina hanno annunciato una tregua di quattro giorni durante la quale esperti internazionali potranno accedere all’area per chiarire le cause del disastro. Di fatto però i filorussi hanno impedito agli osservatori dell’Osce di ispezionare pienamente il luogo del disastro. “Non hanno avuto libertà di movimento” ha spiegato l’ambasciatore svizzero Thomas Greminger, precisando che gli osservatori tenteranno di accedere nuovamente alla zona sabato. Un’altra fonte vicina all’Osce ha riferito che sono stati sparati dei colpi vicino a dove si trovavano i 17 osservatori.

Chiuso lo spazio aereo – Intanto lo spazio aereo sopra sulla parte orientale dell’Ucraina è stato chiuso. Lo hanno deciso le autorità di Kiev, secondo quanto comunicato da Eurocontrol a Bruxelles. L’autorità europea per la sicurezza della navigazione aerea precisa che la misura è stata adottata per un tempo indeterminato. L’Unione europea ha attivato la cellula di crisi dell’aviazione europea per garantire il coordinamento dello spazio aereo e garantire la sicurezza dei voli. L’Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) ha “fortemente raccomandato” di evitare il sorvolo dell’est dell’Ucraina e della Crimea.

Obama: indagine credibile e indipendente – Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha sollecitato “un’indagine credibile, aperta e indipendente”. Ribadendo che gli Usa “sono pronti a fornire tutta l’assistenza necessaria, anche dell’Fbi”, Obama ha scandito: “Vogliamo che venga stabilita la verità”. “Russia, separatisti e Ucraina devono arrivare a un cessate il fuoco”, ha detto ancora il presidente Usa.

“Sappiamo che i separatisti filorussi hanno sicuramente lanciato questo missile che ha colpito l’aereo” e “bisogna che chi ha commesso questo terribile attacco venga assicurato alla giustizia”, ha aggiunto Obama. “Un gruppo di separatisti non può abbattere aerei militari o non avrebbe potuto abbattere un aereo come quello della Malaysia Airlines se non ci fossero addestramento, sostegno e attrezzature russe” ha affermato il presidente americano, sottolineando tuttavia che “non sappiamo ancora con certezza matematica cosa è accaduto” nel caso dell’aereo malese e “non voglio dare giudizi affrettati”.

“Dobbiamo muoverci verso una soluzione politica per la pace” ha quindi ribadito. Ma “se la Russia si impegnerà in iniziative che continueranno in qualche modo a sostenere i separatisti filorussi, dovrà prendersi tutte le conseguenze di queste sue azioni”.

Pentagono – Il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che i funzionari Usa hanno “prove molto forti” che il volo della Malaysia Airlines sia stato abbattuto da un missile SA-11 lanciato da un punto lungo il confine tra Russia e Ucraina, ma la questione di “chi ha premuto il grilletto” resta incerta. “Non sappiamo se sia stata un’unità militare russa o un’unità dei separatisti” ha sottolineato Kirby.

Yatsenyuk – Il premier ucraino Arseny Yatsenyuk ha chiesto che i responsabili siano portati davanti alla Corte penale internazionale dell’Aja. “La Russia è andata troppo oltre – ha tuonato – Si tratta di un crimine internazionale i cui responsabili devono essere giudicati all’Aja”.

Putin – Il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto “un’inchiesta approfondita e obiettiva” sul disastro ed ha sollecitato l’avvio al più presto di colloqui diretti tra le parti in guerra in Ucraina. “Crediamo che la pace debba prevalere in terra ucraina – ha affermato – e che contatti diretti tra tutte le parti dovrebbero essere avviati al più presto possibile”. Putin ha detto di essere in contatto con il presidente ucraino Petro Poroshenko, con il quale spera si possa arrivare a un accordo per una “pace duratura”.

Presidenza italiana Ue – La presidenza italiana del Consiglio Ue è pronta ”in qualsiasi momento” nei prossimi giorni a convocare una riunione del Coreper, i 28 ambasciatori della Ue, per esaminare le conseguenze dell’abbattimento dell’aereo della Malaysia Airlines e per decidere nuove sanzioni contro società russe. Lo ha detto una fonte diplomatica della presidenza italiana.

Papa Francesco – Bergoglio ha appreso con “costernazione” la notizia della sciagura dell’aereo e ha rivolto “l’accorato appello per la pace e per un impegno a trovare soluzioni di dialogo, al fine di evitare ulteriori perdite di vite umane innocenti”.

Scienziati tra le vittime – Fra le vittime anche Joep Lange, importante scienziato nel campo della lotta contro l’Aids. Lo ha reso noto l’International Aids Society, di cui l’olandese Lange è stato presidente. Un centinaio dei 283 passeggeri erano in viaggio per partecipare alla conferenza internazionale sull’Aids a Melbourne.

Portavoce Oms – Sul volo c’era anche il portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità. Lo ha confermato l’Oms in un tweet. “Abbiamo perso uno dei nostri colleghi, Glenn Thomas. Ci mancherà molto”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

In Grecia vaccino obbligatorio per gli over 60. Multe di 100 euro per chi non lo fa

Il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis, ha annunciato che dal 16 gennaio vaccinarsi contro il Covid sarà obbligatorio per gli over 60, pena...

Draghi: “Pronti a intervenire di nuovo contro i rincari delle bollette”

 Il governo è pronto a intervenire di nuovo contro il caro bollette: lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel...

Perquisiti gli stalker no vax dell’infettivologo Bassetti

Dalle prime ore del mattino la Polizia sta eseguendo 9 perquisizioni nei confronti di altrettanti soggetti “no vax” sparsi su tutto il territorio nazionale,...

Come raggiungere la tranquillità finanziaria ?

Per TRANQUILLITÀ FINANZIARIA intendiamo il raggiungimento dei nostri obbiettivi finanziari e il pieno soddisfacimento di ogni nostra esigenza di natura finanziaria. Al fine di...

Commenti recenti