11 Aprile 2021, domenica
Home News Concordia torna a galla: staccata dal fondale, spostata di 30 metri

Concordia torna a galla: staccata dal fondale, spostata di 30 metri

La Concordia è tornata a galleggiare. Staccata dal fondale e spostata di 30 metri dalla posizione del naufragio del 13 gennaio 2012. “Nervoso? Un po’”, ha detto Nick Sloane, responsabile delle operazioni della rimozione della Concordiaprima dell’inizio delle operazioni. Ora che la nave è stata posizionata nel punto da cui partirà il suo viaggio verso il porto dove sarà smantellata la situazione appare calme al Giglio, mentre procedono i lavoro per innalzare il relitto dal fondale.

OPERAZIONI AL VIA – Le operazioni per il rigalleggiamento della Costa Concordia sono iniziate alle 6 del 14 luglio all‘isola del Giglio. Alle 11,30 circa il relitto si è staccato dalla piattaforma su cui era stato adagiato dopo le operazioni di rotazione. Nella prima fase la nave è stata sollevata e spostata e i collegamenti tra l‘isola del Giglio e l‘Argentario sono stati interrotti.

In questa prima fase sono stati effettuati tutti i controlli dei sistemi e degli impianti in modo che subito dopo l’arrivo dell’ultimo traghetto da Porto Santo Stefano si inizierà a far salire la nave.

Parlando della rimozione, Sloane ha detto:

“Nervoso? Un po’. Oggi scopriremo se i nostri calcoli erano giusti o, almeno, quanto i dati si riveleranno distanti dalle nostre previsioni. Il tempo è buono. Non resta che sfruttare le buone condizioni meteo per compiere il distacco dalla piattaforma. Entro questa sera speriamo che la nave si sia stabilizzata”.

La notte scorsa al Giglio è piovuto, ma la mattina del 14 luglio il mare è calmo, il cielo sereno e non c’è vento. E Sloane scherza:

“La pioggia di stanotte non è un problema, è semplicemente un po’ più fresco. Quando arriverà il traghetto delle 8.30 avremo alleggerito la tensione sulla nave con le gru. Un paio d’ore dopo prevediamo che sia avvenuto il distacco dalle piattaforme”.

“RIMOZIONE DA 1,5MLD DI EURO” – La rimozione del relitto costerà alla Carnival circa 1,5 miliardi di euro, ha spiegato l’ad Michael Thamm:

“Il progetto ha contribuito al Pil nazionale con un miliardo di dollari e salirà fino ad un miliardo di euro”.

Una cifra che non comprende il trasporto a Genova, lo smaltimento e il ripristino ambientale, ha spiegato Thamm, perché

“è molto difficile quantificare il danno per Carnival, perché ci sono danni collaterali non facili da stimare. L’impatto è stato sostanzioso”.

“CONCORDIA GALLEGGIA DA SOLA” – Franco Porcellacchia, responsabile del progetto di rimozione della nave, dopo oltre 6 ore di lavoro fa il punto della situazione:

“La nave galleggia con le sue forze, e questo era tutt’altro che scontato. La Concordia si è staccata di un metro dal falso fondale sul quale appoggiava dal settembre scorso. Siamo estremamente soddisfatti. Il programma sta andando avanti come doveva, ora continueremo ad alleggerire i cassoni per alzare la nave di un ulteriore metro e successivamente la sposteremo con i rimorchiatori verso est”.

Grazie all’ausilio di rimorchiatori il relitto della Costa Concordia è stato spostato ad est di circa unatrentina di metri raggiungendo quasi la posizione in cui rimarrà per alcuni giorni. Le prossime operazioni riguarderanno un ulteriore innalzamento del relitto.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Giudicate Voi, domenica 11 aprile in onda la dodicesima puntata

Domenica 11 aprile in onda una nuova puntata di “Giudicate Voi” Giudicate voi è il talk show di approfondimento...

Tod’s: Della Valle chiama Chiara Ferragni in Cda

Il gruppo Tod's nomina Chiara Ferragni membro del Cda. Diego della Valle annuncia “la conoscenza di Chiara del mondo...

Morto il principe Filippo

Il principe Filippo d’Edimburgo 99enne consorte della regina Elisabetta, è morto dopo essere stato dimesso dall’ospedale a Londra a causa di una...

Europa League, la Roma trova tutto

Tutto in una sera: testa, cuore, gambe e una bella dose di fortuna. È la vittoria degli ultimi, dei giocatori derisi e...

Commenti recenti