14 Giugno 2024, venerdì
HomeNewsAffitti, cedolare secca al 10%

Affitti, cedolare secca al 10%

Cedolare secca al 10% sugli affitti fino al 2017 e abbattimento  della base imponibile dei redditi da locazione di alloggi sociali. Lo prevede il decreto legge 47/2014 (piano casa), pubblicato sulla Gazzetta ufficiale  n. 73 del 28 marzo 2014 (in vigore da oggi), nel cui testo definitivo scompare la norma sulla detrazione bonus mobili (niente più plafond fino a 10 mila euro anche in caso di ristrutturazione di minore importo). Spunta anche un finanziamento di 25 milioni per l’Expo 2015 (esente dal patto di stabilità) e una norma in materia di appalti pubblici (rinvio a decreto ministeriale da adottarsi entro 30 giorni per individuare le lavorazioni riservate a operatori in possesso di specifica qualificazione e le lavorazioni di rilevante contenuto tecnologico e complessità tecnica). Confermate, invece, le deroghe al piano regolatore per ristrutturare alloggi sociali e lotta dura alle occupazioni abusive. Il mix di interventi, teso a dare una casa a chi non riesce a trovarla sul libero mercato, va dalla promozione di speciali agenzie, a leve fiscali,  dal finanziamento delle manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (Erp) con i proventi delle dismissioni al finanziamento di fondi di solidarietà.

Fondo locazioni. Il decreto-legge incrementa lo stanziamento per il Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione: passa a 200 milioni di euro (100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015). Viene aumentata anche la dotazione del Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti