24 Giugno 2024, lunedì
HomeMondoUsa, pena di morte. Boia Oklahoma senza veleni, ma c’è la sedia...

Usa, pena di morte. Boia Oklahoma senza veleni, ma c’è la sedia elettrica

Clayton Lockett,  colpevole di aver stuprato e ucciso una ragazza di 19 anni, deve morire giovedi’ in Oklahoma, ma il boia e’ a corto di veleni. Dopo l’ultimo no delle farmacie, che avrebbero potuto procurare il cocktail dell’iniezione letale, lo stato potrebbe essere costretto a cambiare metodo di esecuzione pur di non rinunciare a eseguire la condanna nel giorno previsto. Lockett potrebbe essere così fucilato o finire sulla sedia elettrica.

Sforzi “erculei” da parte del Dipartimento penitenziario di procurarsi i farmaci non sono andati in porto, ha scritto il ministero della Giustizia statale alla Oklahoma Criminal Court of Appeals. L’attuale protocollo delle iniezioni letali prevede l’uso di tre sostanze: il pentobabital che fa perdere la coscienza, il bromuro di vecuronio che blocca il respiro e il cloruro di potassio che arresta il cuore. E all’Oklahoma mancano i primi due farmaci. Per Lockett l’appuntamento con il boia resta comunque in programma alle 18 di giovedi.

Le informazioni sulla disponibilita’ delle sostanze letali sono emerse grazie a un’azione legale degli avvocati del condannato e di Charles Warner, un altro suo compagno nel braccio della morte, per fermare le esecuzioni. I farmaci sono diventati irreperibili perche’ i produttori approvati dalla Food and Drug Administration si sono di recente rifiutati di venderli ai penitenziari sapendo che sarebbero stati usati in iniezioni letali. “L’assenza di farmaci potrebbe indurre le autorita’ statali a rivedere i protocolli di esecuzione per inserire sostanze disponibili sul mercato”, ha scritto l’ufficio dell’Attorney General alla Corte d’Appello.

“Se dovesse accadere, il protocollo revisionato sara’ immediatamente fornito alla difesa per le esecuzioni dei due condannati”. Secondo il ministero della giustizia, l’Oklahoma e’ uno di otto stati americani che autorizzano ancora la sedia elettrica fra i metodi di esecuzione e uno di due (con lo Utah) che permettono pure la fucilazione. Per arrivare a tanto, tuttavia, l’iniezione letale deve esser prima esclusa, ha indicato Jerry Massie, un portavoce del Dipartimento delle carceri.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti