14 Giugno 2024, venerdì
HomeItaliaEconomiaStranieri e credito: il podio ai rumeni

Stranieri e credito: il podio ai rumeni

L’11% delle domande di credito raccolte nel 2013 in Italia proviene dagli stranieri, secondo quanto rilevato dal report annuale di CRIF. Di queste, il 21,1% proviene da rumeni, seguiti da albanesi (5,9%), marocchini (5,4%), tedeschi (4,1%), filippini e svizzeri (4%). Nonostante la grande presenza di cinesi in Italia, la loro richiesta corrisponde solo allo 0,9%.

Domanda di mutui

I primi due posti per domanda di mutui ipotecari sono occupati ancora da rumeni e albanesi, svizzeri e tedeschi al terzo e quarto posto, interessati a fare investimenti immobiliari per le vacanze, mentre i filippini sono solo al ventiquattresimo. Non compare invece nessun paese dell’Africa sub sahariana nelle prime 33 posizioni di questa graduatoria.

Importi medi

Per quanto riguarda l’importo medio richiesto, alle cifre più elevate non corrispondono le etnie che hanno fatto più domande: il record spetta infatti agli austriaci con 36.524 euro, seguiti da olandesi (34.133 euro), cinesi (24.179 euro) e russi (23.520 euro); specificatamente per il mutuo, gli svizzeri hanno chiesto in media più soldi.

Ancora shadow banking per i cinesi

I cinesi invece, già al ventisettesimo posto nella classifica del 2012, scendono ulteriormente di due posizioni: riconfermano dunque la loro preferenza per forme “alternative” di credito come lo shadow banking.

«Nel corso del 2013 la domanda di credito da parte di cittadini stranieri ha seguito dinamiche sostanzialmente analoghe a quelle registrate per le famiglie Italiane – dichiara Simone Capecchi, Direttore Sales & Marketing di CRIF – ma con una sorta di autocensura preventiva nel tentativo di non appesantire il proprio indebitamento, determinando una riduzione significativa della domanda agli istituti di credito, sia per finanziare consumi sia per l’acquisto della casa, rinviati a momenti più propizi».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti