20 Giugno 2024, giovedì
HomeItaliaEconomiaPIOVONO SOLDI DALLE CASSE COMUNALI DI MOGLIANO V.TO IN PROSSIMITA’ DELLE ELEZIONI

PIOVONO SOLDI DALLE CASSE COMUNALI DI MOGLIANO V.TO IN PROSSIMITA’ DELLE ELEZIONI

downloadNelle ultime settimane piovono soldi dalle casse comunali e l’attività amministrativa del comune ha iniziato ad avere una sorprendente vitalità ed attenzione a tutto ciò che in cinque anni non è stato fatto

MOGLIANO VENETO (TV), 13.03.2014 – Possibile che questa empatia con i cittadini si stia risvegliando dal letargo amministrativo improvvisamente ora, in prossimità delle elezioni amministrative? Si chiedono “Gli Amici di Beppe Grillo di Mogliano e Preganziol”.

“Che curioso!” dicono gli attivisti “Nelle ultime settimane piovono soldi dalle casse comunali e  l’attività amministrativa del comune ha iniziato ad avere una sorprendente vitalità ed attenzione a tutto ciò che in cinque anni non è stato fatto. Non solo, ma pare interessata a risistemare ciò che dopo averci investito, ha lasciato andare allo sfacelo, con uno spreco di soldi pubblici per il quale non è stato possibile riceverne il minimo beneficio da parte dei cittadini.

Possibile che questa empatia con i cittadini si stia risvegliando dal letargo amministrativo improvvisamente ora in prossimità delle elezioni amministrative?” Ecco apprendere dalla stampa un proliferare di proclami del sindaco Azzolini, su elargizioni ed investimenti. Ecco riaccendersi l’attenzione del sindaco per il Centro Giovani, sua stessa creatura: dopo aver investito soldi pubblici – 1.200.000 euro – per lasciarlo subito dopo all’abbandono, venduto alla partecipata Spl prima della messa in liquidazione della stessa; ora, dopo anni in cui vari gruppi giovanili hanno cercato con il proprio contributo a tutti i costi di farlo rivivere, elargisce 13.000 euro all’associazione che ha incaricato per la quantificazione della spesa necessaria per il suo ripristino.

Mentre alcuni giovani che avrebbero dovuto trovarvi un centro di aggregazione, socializzazione, stimoli e creatività si dedicano ad atti vandalici contro lo stesso, non trovando nessun ostacolo nel controllo del territorio da parte delle forze preposte. “…Quindi ritengo di poter affermare che è stata portata avanti una politica sociale che coinvolge i giovani”, chiude l’intervista di questi giorni sul ”Lancio di un nuovo progetto giovani”, il Sindaco Azzolini. “Lasciamo cullare Azzolini nella sua convinzione che ai cittadini si possa raccontare davvero di tutto”, dicono gli attivisti.

Ritorna anche l’interesse per le rotatorie; si sa, di questo periodo “fa bello”: il progetto di rotonda alle Olme, dopo trent’anni si farà adesso, ed il  Comune contribuirà insieme alla Provincia per 370.000 euro.

Altre due rotatorie in arrivo per la primavera in via Zermanesa, 35.000 euro per 10 nuovi semafori a led, 40.000 euro per la sistemazione del parco di villa Longobardi, preso d’assalto dalle ruspe ieri, dopo anni di immobilità, fermato in tempo dalla Sopraintendenza dei beni Culturali.

20.000 euro per nuovi giochi al parco di via Pasubio e manutenzione a quello del Sole. Torna di attualità la “cittadella della salute” al Gris, ora si assume nuovo personale.

Si ristrutturerà la scuola Verdi, proclama ora soddisfatto il sindaco, dopo aver parlato con Renzi, sbandierandolo come un incredibile risultato, dando sempre colpa al patto di stabilità, per avere finora avuto le mani legate. Dopo essersi fatto sfuggire l’anno scorso i contributi europei erogati attraverso la  Regione su richiesta dei comuni per l’adeguamento sismico e il risanamento conservativo degli edifici scolastici, per incapacità ad accedere ai finanziamenti da parte degli uffici, per stessa ammissione del’assessore; contributi che avrebbero consentito pure la demolizione e la ricostruzione ex-novo di vecchi edifici.  Salvo qualche mese dopo provvedere ai  rifacimenti dei tetti delle Scuole Vespucci, Collodi – circa 26.000 euro – alla ristrutturazione della scuola paritaria di Campocroce  – 40.000euro  – dei tetti delle palestre delle scuole secondarie -13.649.000 euro – pagando di tasca nostra.  Anche il famoso sogno del nuovo polo scolastico dell’Ovest, che sta tornando in auge in questo periodo pre-elettorale, avrebbe forse potuto trovare una realizzazione sfruttando i finanziamenti.

“I cittadini devono sapere che quando governeremo la città” dichiara il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle Cristina Manes, “istituiremo un apposito staff per il reperimento di risorse economiche alternative e sfrutteremo tutte le strade per ottenere i preziosi contributi che sono messi a disposizione da Regione e Comunità Europea. E’ una vergogna, in tempo di crisi lasciarsi sfuggire simili opportunità ed attribuire al Patto di stabilità che pur vincola, tutte le inefficienze dell’amministrazione comunale.”

Ma i soldi non mancano in altre occasioni: a poche settimane dal voto una campagna di comunicazione, un nuovo sito personale e sondaggi preelettorali con società di marketing. “Andremo a controllare con quali soldi sta conducendo questa campagna preelettorale Azzolini, in questo momento e il rispetto del  suo mandato elettorale”.

L’elenco si allunga di ora in ora. “Quali altre meraviglie e giochi di prestigio ci aspettano da qui alle elezioni?” si domandano gli “Amici di Beppe Grillo Mogliano e Preganziol”.

Ufficio Stampa

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti