20 Maggio 2024, lunedì
HomeMondoEcco Galaxy S5, impermeabile e rileva le impronte digitali. Così Samsung alza...

Ecco Galaxy S5, impermeabile e rileva le impronte digitali. Così Samsung alza l’asticella nella sfida a Apple

È il nuovo top di gamma del chaebol coreano, lo smartphone che dovrà nelle intenzioni di Samsung ridare fiato alle vendite nella fascia alta prendendo il posto del Galaxy S4. E segnare qualche differenza con l’acerrimo rivale, vale a dire l’iPhone di Apple. Per prepararsi al grande annuncio, il produttore asiatico ha fatto le cose in grande: evento Unpacked 5 organizzato fuori dalla nuova Fiera dove si tiene il Mobile World Congress, assoluto riserbo sui contenuti del lancio e naturalmente nessun nuovo prodotto (fatta eccezione per Galaxy Note già oggetto di presentazione al Ces di Las Vegas) nell’immenso stand allestito presso la Hall 3.

A battezzare il Galaxy S5 ci ha pensato il numero uno della divisione It e mobile di Samsung, Jk Shin, che non ha perso troppo tempo nel presentare il nuovo nato dopo aver rimarcato con una certa soddisfazione che gli utenti della serie Galaxy S di Samsung sono arrivati a quota 200 milioni.

Lo schermo e la fotocamera Come anticipato alla vigilia, la componente imaging vede la presenza di una camera con sensore fotografico da 16.0 megapixel con il plus dichiarato di un sistema di autofocus con velocità di 0,3 secondi. Lo schermo è da 5,1 pollici a risoluzione Full Hd (1.920 x 1.080 pixel) e sfrutta la tecnologia Super Amoled. La batteria è da 2,8 mHa ma in soccorso di chi usa massivamente il telefono c’è la funzione Ultra Power Saving Mode: quando l’autonomia scende al 10% vengono lasciate operative solo le funzioni essenziali del dispositivo, garantendo in tal modo un’estensione della durata della pila in stand-by anche di 24 ore.

Il sistema operativo e la connettività La nuova ammiraglia di Samsung sfrutta la versione 4-4.2 di Android e supporta come d’obbligo le reti Lte (categoria 4), lo standard Wi-Fi di quinta generazione 802.11ac e il protocollo Mimo. La ciliegina sulla torta alla voce connettività è la funzione Download Booster, una tecnologia wireless per trasferire dati utilizzando reti Wi-Fi e 4G simultaneamente.

L’estetica L’atteso corpo in metallo non c’è, lo sono solo i bordi, ma in compenso si fa notare la cover perforata e il fatto che a differenza del Galaxy S4 e dell’iPhone 5S è impermeabile (sconsigliato però immergerlo interamente in un bicchier d’acqua) e resistente alla polvere.

I nuovi braccialetti Gear Fit
Shin ha estratto a sorpresa dalla manica della giacca il Galaxy Gear Fit, un orologio braccialetto specificamente pensato per gli amanti del fitness che si caratterizza per la presenza (e si tratta di una primizia assoluta per il mondo dei wereable device) di un display Amoled curvo, da 1,84 pollici di diagonale e che si adatta comodamente al polso. Rispetto ai nuovi smartwatch Gear, l’indossabile in questione è decisamente più compatto quanto a dimensioni e può accedere alle medesime applicazioni del Gear 2 e del Neo, visualizzare le notifiche su Sms e chiamate perse, abilitare l’accesso ai contatti e ai numeri di telefono. Il suo pregio più importante, però, è la capacità di monitorare il battito cardiaco e di collegarsi al Galaxy S5 per la condivisione dei dati inerenti la propria attività fisica.

I sensori Il sensore biometrico per le impronte digitali è sicuramente la novità più importante sotto il profilo tecnico, anche nell’ottica delle applicazioni di pagamento elettronico in mobilità. Il lettore servirà inoltre a sbloccare la modalità d’uso privata dell’apparecchio, attraverso la quale si potranno consultare documenti e contenuti non accessibili a qualsiasi utente. Gli fa pendant un sensore posteriore posizionato accanto al flash della fotocamera che rileva, dalle pulsazioni del dito di una mano, il battito cardiaco.

La sfida con l’iPhone e gli altri top di gamma Sul mercato, in quattro diversi colori, il Galaxy S5 lo vedremo a partire dall’11 aprile in circa 150 di Paesi. Di prezzi, come da consuetudine, Samsung non ha parlato. Resta valida l’ipotesi dei circa 700 euro iniziali a listino e torna d’attualità il confronto con gli altri smartphone di fascia alta.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti