26 Febbraio 2024, lunedì
HomeItaliaEconomiaBandi europei, una e-mail ora sbugiarda Spinelli

Bandi europei, una e-mail ora sbugiarda Spinelli

1536448_1374613746131006_469704771_nFucecchio: soltanto dopo l’accusa della Melani sulla scarsa informazionefornita alle società sportive, il Comune invia le notizie sui fondi comunitari

Una mail sbugiarda l’assessore fucecchiese allo sport Alessio Spinelli, che pochi giorni fa aveva replicato stizzito alle accuse rivolte a più riprese dal candidato sindaco Silvia Melani sulla scarsa informazione data finora alle società sportive sui bandi europei. “Notizie imprecise” aveva dichiarato Spinelli, sostenendo che le società fossero state invece informate della possibilità di usufruire di fondi comunitari.

Ebbene, soltanto tre giorni dopo l’ultima denuncia della Melani (la prima è del 22 gennaio) il Comune di Fucecchio si è messo in moto, inviando una e-mail a tutte le associazioni sportive del territorio per avvisarle dell’esistenza dei bandi. Un documento datato 14 febbraio che smentisce l’assessore e conferma invece la mancanza di informazioni sollevata dalla Melani. Un documento scarno, che dà il link del bando regionale e recita: “Sul sito della Regione trovate le indicazioni per la compilazione delle domande per accedere ai contributi regionali del Piano dello Sport, che possono essere presentate anche dalle associazioni. Nel sito trovate anche le scadenze, la prossima è il 28 febbraio”.

“Il Comune di Fucecchio si è svegliato adesso – sostiene la Melani, in possesso della mail inviata dal responsabile Servizio Sport dell’amministrazione – e la mail inviata alle associazioni sportive lo dimostra in maniera inequivocabile. Possibile che quel primo segnale di attenzione dell’amministrazione sia stato inviato solo tre giorni dopo la mia denuncia? E’ la riprova che avevamo ragione: le associazioni, sin dal nostro primo incontro che risale al 16 gennaio, mi confermano ciò che già sapevamo: prima che sollevassi pubblicamente il caso, le associazioni del territorio (tutte, perché nessuno ha mai parlato di “amiche” o meno) non avevano ricevuto nulla”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti