26 Febbraio 2024, lunedì
HomeNewsFassina: il Pd di Renzi come il Pdl di Berlusconi alla fine...

Fassina: il Pd di Renzi come il Pdl di Berlusconi alla fine del governo Monti

Il segretario Renzi rischia di portare il Pd a comportarsi come il Pdl di Berlusconi. «Lui fa le battute ma io parlo con i documenti. Il Pd di Renzi rischia di comportarsi come il pdl di di Berlusconi negli ultimi mesi del governo Monti»a. Così, in un’intervista al Corriere della Sera, il viceministro dimissionario all’economia Stefano Fassina. «Il leader del Pd ha il dovere di incidere sull’azione di Palazzo Chigi ma non con caricature distruttive. La battuta è solo una forma», vuol dire che «Renzi è un uomo brillante e parla con le battute, io sono un grigio burocrate e parlo con i documenti. Il punto però sono i contenuti di quello che viene detto. E Renzi con quella battuta ha mandato un messaggio chiarissimo, ponendo una questione irricevibile di dignità personale e politica». Fassina ha spiegato che con il gesto delle sue dimissioni spera di «sciogliere l’ambiguità della posizione della segreteria del Pd rispetto al governo. Un’ambiguità che fa male al Pd, al governo e all’Italia. Matteo non solo ha il diritto ma grazie al suo mandato cosi’ netto, ha il dovere di incidere sulla posizione di governo. Pero’ un conto è lavorare in positivo per imprimere una svolta. Un altro sono le caricature distruttive da campagna pre-elettorale, con il Pd di Renzi che rischia di comportarsi come il Pdl di Berlusconi negli ultimi mesi del governo Monti. In questi mesi ne abbiamo viste tante». Fassina ha aggiunto che «in questi mesi, la fatica morale e politica di stare al governo è stata molto elevata. Un segretario che ha avuto un consenso cosi’ ampio deve imparare ad ascoltare. Altrimenti si rischia una deriva davvero pericolosa».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti