23 Febbraio 2024, venerdì
HomeItaliaEconomiaCommercialisti non più revisori

Commercialisti non più revisori

Nuovo dietro front sull’accesso automatico per i dottori commercialisti al registro dei revisori legali. Dopo un estenuante dibattito parlamentare e a un passo dall’approvazione definitiva, la norma sull’equipollenza inserita in extremis nel dl 126/13 (il cosiddetto salva-Roma che il governo ha rinunciato a convertire in legge) e che avrebbe dovuto trovare spazio nel decreto Milleproroghe n. 150/2013, pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale n. 304, ne rimane fuori. Tutto da rifare quindi per il dibattuto emendamento, su cui c’era stata una piena convergenza del governo e delle forze politiche in Parlamento, che avrebbe dovuto ripristinare l’equipollenza tra il percorso formativo per l’accesso alla professione di commercialista e quello per lo svolgimento della funzione di revisore legale. La ragione dell’esclusione sarebbe da individuare nella necessità di disciplinare solo norme coerenti con l’oggetto o la finalità del provvedimento che, come dice il nome stesso, contiene solo proroghe di norme vigenti ma non interviene nell’approvazione di nuove.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti