Tagliati 18 bonus fiscali

Giro di vite su 18 crediti d’imposta. Tanti sono i bonus fiscali che con la legge di stabilità 2014 subiranno tagli fino a 20 punti delle percentuali di fruizione, a carattere permanente. Salvataggio all’ultima ora per il settore autotrasporto: un emendamento inserito nel corso dell’esame parlamentare ha escluso, per l’anno prossimo, la riduzione del credito d’imposta sul gasolio per autotrazione. La sforbiciata scatterà, salvo proroghe, dal 2015. Sarà, comunque, un decreto del presidente del consiglio dei ministri a stabilire puntualmente ogni singola percentuale di decurtazione (entro il range del 20%) relativamente al rispettivo credito d’imposta. Ampio il ventaglio dei bonus colpiti. Secondo stime governative, i tagli assicureranno complessivamente un risparmio di circa 250 milioni per le casse dello stato. È questo il quadro che emerge sul fronte agevolazioni fiscali, a seguito dell’approvazione definitiva della Legge di stabilità, su cui ieri il senato ha votato la fiducia.

I principali tagli. Tra i numerosi crediti d’imposta che subiscono il taglio spicca il credito di imposta per le imprese per l’assunzione di personale altamente qualificato, istituito dall’art. 24 del dl 83/2012 e ancora in stand-by. Per la piena operatività manca infatti la pubblicazione del decreto che fissa le disposizioni applicative per la fruizione del credito di imposta (il provvedimento dovrebbe essere stato firmato dal ministro dello sviluppo economico lo scorso 22 febbraio ma finora manca l’ufficialità) ed un ulteriore provvedimento che dovrà determinare la procedura telematica di presentazione delle istanze, lo schema di domanda ed i termini di apertura e chiusura della sportello.

Written By
More from genteattiva

Sparkasse finanzia le ristrutturazioni condominiali

Sparkasse offre finanziamenti per il risanamento e la riqualificazione energetica dei condomini....
Read More