29 Febbraio 2024, giovedì
HomeItaliaEconomiaCasa, nel 2013 compravendite in calo dell'8,3%

Casa, nel 2013 compravendite in calo dell’8,3%

Per il 2013 è prevista una nuova flessione delle compravendite di case, sebbene la contrazione si preannunci inferiore a quella registrata lo scorso anno e tenda a perdere di intensità con il passare dei trimestri. L’anno in corso dovrebbe chiudersi con un numero di compravendite nell’ordine delle 407 mila unità, cui corrisponde una variazione annuale pari a -8,3%. Nel prossimo biennio le transazioni dovrebbero aumentare a un ritmo superiore al 9% annuo, rimanendo pur sempre al di sotto delle 500 mila unità. È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio sul Mercato immobiliare curato da Nomisma. Questo scenario presuppone tuttavia, una prosecuzione dell’aggiustamento dei prezzi degli immobili: il repricing, cominciato in ritardo rispetto alla caduta delle compravendite, proseguirà anche nel prossimo biennio, seppure con un’intensità via via decrescente. L’aggiustamento verso il basso dei valori immobiliari sarà significativo nel 2014 in tutti i comparti, sarà più contenuto nel 2015 (con decrementi di entità inferiore ai 2 punti percentuali), mentre occorrerà attendere il 2016 per tornare ad avere segni positivi. L’istituto di ricerca evidenzia come nel segmento non residenziale il calo del mercato delle compravendite si sia comunque attenuato, con un’oscillazione del -7,1% a livello nazionale rispetto al -24,1% dell’anno precedente.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti