29 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsCassaforte dei vigili urbani svuotata senza scasso

Cassaforte dei vigili urbani svuotata senza scasso

I carabinieri della stazione di Macerata stanno indagando sul furto, per molti versi misterioso, denunciato dal comandante della polizia municipale di Recale, Vincenzo Piccolo, in servizio in città dal 15 novembre scorso.

L’ufficiale, ieri mattina, verso 10.30, aprendo la cassaforte sistemata negli uffici dei vigili urbani, si è accorto che da un’ulteriore cassettina era sparita una busta bianca con mille e 34 euro. La somma è stata accumulata, nel corso delle settimane, dalla raccolta della tassa per l’occupazione del suolo pubblico pagata dagli ambulanti della fiera settimanale. Il comando della polizia municipale è situato al primo piano della nuova casa comunale, nell’area parcheggio di via Roma: zona centrale, molto frequentata e posta, peraltro, sotto l’occhio attento delle telecamere del sistema di videosorveglianza, le cui immagini confluiscono proprio in un terminale in dotazione ai caschi bianchi. A rendere l’episodio, di per sé già grave, inquietante è il fatto che non sono stati ravvisati segni di effrazione alla porta d’ingresso e il blindato è stato aperto con la chiave. Due particolari riferiti da Piccolo agli inquirenti e, pare, confermati anche dai successivi sopralluoghi eseguito dai militari dell’Arma, giunti sul posto coordinati dal maresciallo Baldassarre Nero.

È evidente che tutte le ipotesi saranno vagliate con attenzione; è altrettanto evidente, però, questa serie di elementi sta dando corpo alle tesi del furto interno. «Le chiavi della cassaforte le ho io – rivela Piccolo – e i due agenti. Ma, poiché il blindato, in passato, è stato utilizzato da dipendenti di altri settori dell’ente, non posso escludere che esistano altre copie delle chiavi in giro per gli uffici. Considero il caso preoccupante, soprattutto se sarà confermata la pista del coinvolgimento di qualcuno interno al Municipio. Non appena mi sono accorto della sparizione – aggiunge Piccolo -, ho applicato la procedura, recandomi immediatamente dai carabinieri per sporgere denuncia e dichiarandomi a loro totale disposizione».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti