22 Febbraio 2024, giovedì
HomeItaliaEconomiaMancuso, Alitalia resterà italiana con l'aiuto del governo

Mancuso, Alitalia resterà italiana con l’aiuto del governo

“Sono convinto che se il governo ci darà  i segnali giusti, nessuno si  tirerà indietro”. Lo ha detto a Il Messaggero il vice presidente di Alitalia, Salvatore Mancuso, parlando dell’impegno dei 20 azionisti della compagnia e della loro volontà di contribuire al rilancio.  “Saremmo pazzi a rinunciare ad Alitalia a favore di Air France, che ha come unico interesse quello di  portarsi a casa Alitalia e il suo straordinario mercato per un tozzo di pane”.   Il vice presidente di Alitalia ha inoltre sottolineato che la compagnia transalpina intende “ridurre l’aeroporto di Fiumicino a un terzo hub con un ruolo poco più che regionale causando la perdita di migliaia di posti di lavoro, cancellare il nome dell’Italia dalle grandi rotte, impedire lo sviluppo di Alitalia in Africa, un paese che si prepara a diventare un grande mercato.

Tutto ciò è inaccettabile. Se pensano di risolvere i loro problemi interni usando la nostra compagnia, si sbagliano di grosso”. Mancuso n on ha negato che il nome di Aeroflot, già in ballo come concorrente di Air France  prime che il piano Fenice messo a punto da Intesa Sanpaolo  venisse  portato poi a compimento con la partecipazione della cordata dei “patrioti” messi a punto dal governo Berlusconi nel 2008  “sia una buona opportunità”, ma ha spiegato che “Etihad darebbe ad Alitalia qualche chance in più, perché favorirebbe una mutua alimentazione dei rispettivi hub attraverso la canalizzazione su Roma dei flussi provenienti dal Sud Est asiatico.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti