28 Maggio 2024, martedì
HomeArte & SpettacoloFONDAZIONE CARIPT: CONTRIBUTI PER 41 PROGETTI CULTURALI

FONDAZIONE CARIPT: CONTRIBUTI PER 41 PROGETTI CULTURALI

A cura di Carla Cavicchini

Concerti, rassegne teatrali, festival e laboratori ma anche un bocciodromo sulla montagna pistoiese tra gli interventi cofinanziati con oltre 260mila euro

Tante manifestazioni tra le più popolari della provincia di Pistoia (come il Palio di Pescia, cui per la prima volta la Fondazione contribuisce, Incanto Liberty a Montecatini Terme, Un altro parco in città nel comune capoluogo e il Carnevale della Montagna Pistoiese, anche questo sostenuto dalla Fondazione per la prima volta) oltre a iniziative innovative (come un film sulla violenza contro le donne, con testimonianze dirette): in totale sono 41 i progetti finanziati con 260.870 mila euro da Fondazione Caript attraverso l’edizione 2024 del bando Sviluppo e cultura.

Il bando ha riscosso una grande attenzione – sottolinea il presidente di Fondazione Caript Lorenzo Zogheri – a conferma dell’importanza del nostro apporto alla vitalità culturale del territorio. Siamo particolarmente soddisfatti per il livello qualitativo delle proposte e per il carattere di novità di diversi tra i progetti che ci sono stati presentati. Quest’ultimo è uno degli aspetti che più ci premono e credo che siamo sulla buona strada per migliorare sempre più l’offerta culturale”. 

Tra le iniziative più curiose è la costruzione di un bocciodromo con copertura in telo nella Macchia Antonini, una delle più belle foreste della montagna pistoiese, progetto dell’associazione Scacchi Dinamici in collaborazione con la società agricola Forestiamo. L’obiettivo è dotare il territorio montano di uno spazio di socialità rivolto in particolare alla popolazione anziana.

La riscoperta delle erbe palustri del Padule di Fucecchio, la più estesa palude interna d’Italia, è al centro del progetto con capofila l’associazione Amici del Padule di Fucecchio per la Biodiversità. Facendo ripartire l’attività di raccolta delle erbe palustri, in particolare “sarello” e “sala” su piccoli appezzamenti di terreno, l’obiettivo è integrare la manutenzione del Padule con la preservazione di conoscenze tradizionali sull’impiego degli sfalci. Il materiale raccolto sarà stoccato, lavorato e utilizzato in una serie di eventi che includono visite guidate, due feste e un corso teorico/pratico.

A cura di Teatro Electra è “Rosalyn – la violenza è un sasso che rotola velocemente”, progetto che, dopo una ricerca triennale, produrrà un film sul femminicidio con la partecipazione di attori professionisti e testimoni del drammatico fenomeno. Il film sarà al centro di un percorso di convegni e conferenze per approfondire il tema.

I paesi montani di Crespole, Lanciole, Calamecca e Casa di Monte sono protagonisti del progetto “Pietre Abitate – Memorie dall’Appennino” a cura dell’Associazione Val di Forfora che prevede la raccolta di testimonianze di memorie popolarie tradizioni orali da parte di un gruppo di attori professionisti, drammaturghi che entreranno nelle case degli anziani di questi borghi. Le testimonianze raccolte confluiranno in laboratori teatrali aperti alla cittadinanza e in spettacoli itineranti.

Nell’ambito dei festival, Fondazione Caript sostiene “Pensare Mediterraneo” dell’associazione culturale Delpresto che, tra la prossima estate e la primavera del 2025, realizzerà a Pistoia una serie di eventi con editori, intellettuali, musicisti, performer e artisti di rilevanza nazionale e internazionale incentrato sul superamento delle barriere culturali tra paesi occidentali e altre culture.

Spettacolo dal vivo, natura e storia, tradizioni e cibo sono invece i temi di “Stupore”, festival della Pro Loco San Quirico di Valleriana per animare i borghi della Svizzera Pesciatina.

Dedicato alla musica è il progetto “Concerto e opera” dell’associazione Pescia – Laboratorio Musicale articolato in due fasi. La prima riguarda la selezione di brani delle opere del compositore ottocentesco Giovanni Pacini conservate nel Museo Civico di Pescia da proporre al pubblico in un concerto lirico. La seconda fase prevede una nuova edizione di un concorso internazionale per cantanti lirici con tema il Gianni Schicchi di Puccini.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti