15 Aprile 2024, lunedì
HomeItaliaCronacaMovimento Forense Crotone e Rotary Santa Severina contro il Cyberbullismo

Movimento Forense Crotone e Rotary Santa Severina contro il Cyberbullismo

A cura dell’Avv. Antonella Nocita

Mercoledì 27 marzo 2024, presso le Scuole Medie ed Elementari di Santa Severina, si è tenuto un altro importante incontro sul Bullismo e sul Cyberbullismo organizzato dal Rotary Club Santa Severina.
Dopo il successo di qualche settimana fa del convegno nell’Auditorium del Liceo Classico di Santa Severina dedicato al Bullismo e al Cyberbullismo, fortemente voluto dal Presidente Antonella Nocita e dai soci, continua l’impegno del Rotary Club Santa Severina nelle scuole per sensibilizzare gli studenti delle elementari e medie su questo importante tema.
Dopo i saluti di rito, la parola è passata alla dirigente scolastica Antonietta Ferrazzo che nel ringraziare il Rotary Club Santa Severina e il Presidente Antonella Nocita per gli eventi fortemente voluti quest’anno, la professoressa Silvana Gerardi e il corpo docenti per la splendida organizzazione e il Sindaco di Santa Severina Lucio Giordano per l’assidua presenza nelle scuole dimostrata dalla sua particolare attenzione verso la comunità, ha evidenziato che oggi l’interesse dei bulli si è spostato sulla rete ed è facile prendere in giro, aggredire ed insultare perché si pensa che l’azione non si compia perché non si immagina cosa si nasconda dietro uno schermo. Ogni insulto, ogni atteggiamento di violenza, ogni immagine dissacrante di noi diventa un pericolo per la vita stessa dell’altro. Viviamo in un periodo in cui non conosciamo l’altro. Ognuno è diverso dall’altro e deve essere così perché la differenza, la diversità, ci aiuta a creare un mondo migliore.
Ha preso la parola il Sindaco di Santa Severina che si è complimentato con il Rotary Club Santa Severina e le Scuole Elementari e Medie per la fondamentale importanza di questo incontro consistente nel parlare agli studenti con chiarezza e professionalità di tematiche di forte attualità quale quelle del Bullismo e del Cyberbullismo.
Ha poi preso la parola il Presidente Antonella Nocita che nel ringraziare il corpo docenti per aver consentito al Rotary Club Santa Severina di trattare con i ragazzi di questo importante argomento ha evidenziato che il Rotary è un’associazione di professionisti impegnati alla valorizzazione del territorio, per tale ragione, si affronta questa tematica in sinergia con le istituzioni e con le scuole, come richiesto dal Governatore Franco Petrolo, in quanto si devono fornire spunti di riflessione mettendo a valore la propria azione interna e professionale ad incremento dell’azione giovanile e dei programmi di leadership rivolti alle giovani generazioni.
E’ pure un modo per far conoscere meglio l’immagine del Rotary ai giovani ragazzi anche perché sono importanti le iniziative volte a formare coloro che rappresentano il futuro della società. Altro compito del Rotary è promuovere la Pace, infatti, qualche giorno fa si è svolto, a Soverato, il Concerto della Pace al fine di sostenere la tolleranza e la pace tra i popoli.
L’interessante ed attuale tema è stato affrontato esaustivamente dal Dott. Cav. Leonardo Maria Rocca, Direttore dell’Università “Niccolo Cusano”, e dall’Avv. Salvatore Rocca, Presidente del Movimento Forense di Crotone, che si sono complimentati con i ragazzi per l’eccezionalità dei lavori svolti, ringraziando il Rotary Club e la scuola di Santa Severina per la condivisione delle esperienze tese a eliminare più efficacemente questo fenomeno.
Ha preso la parola anche la mini Sindaco di Santa Severina per un breve intervento e subito dopo è seguito con grande interesse un intervento musicale condotto dalla studentessa Elisabetta Vellone.
Non poteva mancare l’intervento della coordinatrice del plesso, la Prof.ssa Silvana Gerardi, che dopo aver salutato tuti i convenuti, ha evidenziato come l’incontro di oggi è rivolto ad affrontare una tematica importante che investe a pieno il mondo della scuola e l’articolo 3 della Costituzione ribadisce che “siamo tutti eguali”, eguaglianza che non va solo affermata ma attuata nella realtà di tutti i giorni.
Tale riflessione – afferma la coordinatrice – è rivolta ai giovani ragazzi che in questi giorni con grande impegno e dedizione hanno scritto un pensiero su un foglio bianco e in particolare l’alunno Luigi Maria Colosimo ha disegnato il cestino delle idee con le scritte “le mie idee sono come un foglio stropicciato, le prendono in giro quindi è meglio tenerle nascoste” e “cestino delle mie 124.280 piccole idee scartate per motivi di bullismo”.
I ragazzi si sono dimostrati molto attenti e alla fine hanno rivolto anche numerose e pertinenti domande ai relatori per meglio approfondire i temi trattati.
La giornata si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione ai ragazzi in ricordo dell’evento.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti