23 Giugno 2024, domenica
HomeSportL'appello di Spalletti:"È giusto chiudere un settore?

L’appello di Spalletti:”È giusto chiudere un settore?

A cura di Luigi Castiello
Lo stato italiano, come altri Paesi, per ridurre la violenza negli stadi, hanno attuato leggi che prevedono pene severe per chi provoca risse, detiene oggetti pericolosi e altri reati connessi, con divieto di assistere alla gare.
Purtroppo, nonostante queste manovre non è semplice ridurre o eliminare la violenza, sopraffazione, intimidazione e razzismo che il mondo del calcio, non solo a livello professionistico, ma purtroppo anche nel settore giovanile, genera e subisce.
Alcuni psicologi sostengono che le competizioni sportive di squadra favoriscono l’emergere di emozioni che sembrano essere direttamente proporzionali al numero di spettatori presenti rappresentanti le diverse tifoserie. Le ingiustizie in campo (vere o presunte) dell’arbitro o dei giocatori della squadra avversaria incrementano la reazione aggressiva dei gruppi più facinorosi chiamati (ULTRAS).
L’ultimo caso si è registrato domenica 8 gennaio sull’Autostrada del Sole, tra Monte San Savino e Arezzo per duri scontri tra le tifoserie di Napoli e Roma nell’area di servizio di Badia al Pino (la stessa dove nel 2007 venne ucciso Gabriele Sandri): il gruppo ultras dei “tifosi” del Napoli era in viaggio per Genova contro la Sampdoria ed il gruppo dei “tifosi” della Roma era diretto a Milano per la partita con il Milan a San Siro.
Le due tifoserie sono venute a contatto con lanci di sassi e lacrimogeni, dove ci sono stati alcuni feriti, tra cui un tifoso romanista, ferito con un’arma da taglio è trasportato in codice rosso al vicino ospedale aretino.
La polizia, per scongiurare ulteriori situazioni di pericolo, ha bloccato per circa 1 ora il traffico autostradale.
Dopo quest’ultimo grave episodio la lega calcio ha vietato per 2 mesi le trasferte alle rispettive tifoserie di Napoli e Roma.
La cosa che più fa notizia e allo stesso tempo fa riflettere, l’ha fatta rilevare il tecnico del calcio Napoli, Luciano Spalletti, dallo stadio Castellani di Empoli, quando ha parlato in conferenza stampa:
“È giusto chiudere un settore dello stadio? Quando puoi ci sono tantissimi settori con tifosi mischiati.E’ più pericoloso metterli così a contatto e rischioso, anche se oggi erano mischiati ovunque e non è successo nulla. Questo è il modo di vivere le partite seduti accanto con sciarpe differenti e inneggiando la propria squadra”,
La stessa situazione era già capitata la settimana scorsa con la partita Sassuolo VS Napoli, settore ospiti chiuso ma tifosi napoletani presenti in tutto lo stadio senza incidenti.
A tal proposito sarebbe bene che le Autorità preposte e la Lega Calcio, potrebbero prendere in considerazione l’intelligente riflessione del tecnico del Napoli; d’altronde in Inghilterra per debellare il fenomeno dei tifosi violenti (hooligan), tra le varie misure adottate c’era anche quella della completa promiscuità, tra le due tifoserie, abolendo le barriere, sia tra tifoserie avversarie, sia tra tifosi e calciatori.
Tornando al calcio italiano, la domanda nasce spontanea: “è giusto chiudere un settore?

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti