28 Novembre 2022, lunedì
Home News La Top Ten delle città più pericolose d'Italia

La Top Ten delle città più pericolose d’Italia

A cura di Luigi Castiello


Un alto tasso di criminalità spesso si riscontra nelle città più grandi, perché ci vivono più persone così il rischio di delinquere è più alto.Tuttavia questo non significa che le città più grandi siano necessariamente più “pericolose”, dato che esistono crimini più o meno gravi.
Bisogna fare una netta distinzione tra i vari reati che si commettono nelle città.
Bisognerebbe stilare una statistica diversificando la gravità dei reati; una denuncia per omicidio, o per rapina,( reati ancora più gravi se vengono commessi all’ esterno o all’interno di esercizi pubblici,quali ad esempio, discoteche,bar, ristoranti,ecc.), non si possono paragonare a denunce di furti d’auto, oppure a furti nelle abitazioni.
La classifica delle città più pericolose d’Italia nel 2022 si basa sul criterio del numero di denunce.
La città più pericolosa d’Italia è risultata essere
Milano, con circa 8.500 i reati denunciati ogni 100.00 abitanti, con il primato di furti nelle abitazioni ed auto in sosta.
Al secondo e quarto posto troviamo due città dell’Emilia Romagna.
Rimini dove sono quasi 8.000 le denunce di reati ogni 100.000 abitanti, che rapportate alla popolazione hanno una forte incidenza, oltre ai borseggi, che sono in notevole aumento. Rimini si distingue anche per i reati di violenze sessuali.
L’evasione fiscale rappresenta un reato frequente soprattutto in queste due città emiliane. Questo trend negativo va di pari passo con la crisi economica, che purtroppo è in continuo peggioramento proprio nelle città di Rimini e la stessa, Bologna che occupa il quarto posto in classifica, con il primo gradino del podio delle città più pericolose e con più atti criminali. Sono oltre 7.100 i reati registrati ogni 100.000 abitanti. La città delle due torri si classifica consolida il quarto posto per rapine e truffe fra le città metropolitane come rivela il sole 24 ore.
Torino il capoluogo piemontese, è al terzo posto con, oltre 7.000 denunce ogni 100.000 abitanti, al primo posto si riscontrano numerosi furti, soprattutto i borseggi per strada e nei luoghi pubblici più affollati.
Roma, Capitale d’Italia, si colloca al quinto posto fra le città più pericolose, con circa 6.600 denunce ogni 100.000 abitanti, inerenti a furti ma anche a violenze,sono soprattutto i turisti, nei luoghi di interesse storico o di incontro, che alla prima disattenzione vengono privati di portafogli o altro, mentre violenza sessuale ed omicidi restano pressoché come gli anni precedenti.
Alla sesta posizione si trova la città ligure, “Imperia”, con 9.917 denunce totali, 4.755 ogni 100mila abitanti.
In questa città, il crimine che è balzato sulle cronache dei maggiori quotidiani è quello delle violenze sessuali.
Al settimo,ottavo e nono posto ci sono tre città toscane,la prima è Firenze, sono state 193.7450 circa le denunce sporte, quasi 6mila denunce ogni 100mila abitanti, furti, rapine e irruzioni nelle abitazioni sono i reati più diffusi, nella periferia le sostanze stupefacenti sono in forte ripresa.
L’ottavo posto spetta a Prato, le denunce sono state 11.660, oltre 4.400 ogni 10mila abitanti. I voti peggiori nella pagella delle città si devono ai quattro omicidi volontari (che valgono la 3ᵃ posizione nella relativa classifica), ai dieci tentati omicidi (per i quali la località si piazza 5ᵃ) e le rapine, con particolare concentrazione dei furti tramite strappo (30 ogni 100mila abitanti pere un totale di 78 nei 12 mesi)
Al nono posto ecco Livorno, la città toscana ha registrato un totale di 13.956 denunce, ossia 4.271 ogni 100mila abitanti. Tra i reati che più diffusi, le estorsioni (77 in totale, che valgono alla città il quarto posto nella relativa classifica) e i furti (8ᵃ), specialmente quelli negli esercizi commerciali (oltre 500 in un anno, 153 ogni 100mila abitanti)
Al decimo posto troviamo il capoluogo campano,che si contraddistingue per le sue 125.119 denunce, 4.217 ogni 100mila abitanti, di cui una parte consistente riferita a contrabbando e furti con strappo e di motocicli, anche se gli omicidi prevalentemente di stampo camorristico sono sempre presenti.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Capodanno fuori porta: idee viaggio

A cura di Marilena Lombardi La serata del 31 dicembre si avvicina e l’Italia offre molti posti dove poter...

Frana Ischia, Silvestro (FI): ”Stato di emergenza necessario, grazie a tutti i soccorritori”

'll Governo sta cercando di fare il massimo per la gravissima frana verificatasi ad Ischia. Lo stato di emergenza ed il piano...

Nuovi accordi con le compagnie petrolifere

Comunicato Stampa Nuovi accordi con le compagnie petrolifere: oltre 70.300.00 di euro di investimenti per gli Accordi disviluppo sostenibile....

Su Pos non c’è limite al peggio

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEL 27-11-22 Unc: su Pos non c'è limite al peggio "Non...

Commenti recenti