2 Ottobre 2022, domenica
Home Consulente di Strada Compromesso: quando il rifiuto è legittimo?

Compromesso: quando il rifiuto è legittimo?


Prima di stipulare il rogito definitivo, venditore e acquirente si mettono d’accordo su alcuni aspetti fondamentali dell’accordo.
La legge, permette che: All’interno del compromesso può essere inserita una clausola con cui si attribuisce alle parti la facoltà di recedere dal contratto, entro un certo tempo, gratuitamente oppure pagando una certa somma. In questo modo, la clausola permette alle parti di sottrarsi all’impegno di stipulare il rogito definitivo in caso di ripensamento.
È possibile rifiutarsi di firmare il contratto definitivo solo in tre casi: se il compromesso prevede la facoltà di recesso; se il compromesso è invalido, in quanto nullo o annullabile; se una delle parti è inadempiente rispetto agli obblighi assunti all’interno del preliminare.
Attenzione!
chi ha firmato un compromesso non può poi tornare sui suoi passi e rifiutarsi di sottoscrivere il definitivo

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo per oggi domenica 2 ottobre 2022

Ariete (21 marzo-19 aprile) Il tuo umore ha certi alti e bassi e succede perché a volte insisti sul...

Napoli:”sempre più autorevole”

A cura di Luigi Castiello Dopo la vittoria allo studio San Siro di Milano contro il Milan il Napoli questo pomeriggio continua...

Programmi Tv per oggi 1 ottobre 2022

Pomeriggio su Rai 1 – ch 1 12:30 Linea Verde Life 13:30 Tg1

Voli internazionali +118,3%, Luce +103,4%, Gas +63,7%

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEL 1-10-22 Prezzi: Unc, la top 30 dei rialzi Voli internazionali...

Commenti recenti