8 Agosto 2022, lunedì
Home Italia Cronaca Elezioni in Giappone, partito di governo verso maggioranza

Elezioni in Giappone, partito di governo verso maggioranza

Il partito Liberal Democratico al governo in Giappone, assieme all’alleato di centrodestra Komeito, si apprestano a conquistare la maggioranza alla Camera Alta del Parlamento, aumentando i consensi sulla scia emotiva dell’assassinio – venerdì scorso – dell’ex premier Shinzo Abe, principale referente e figura chiave del partito conservatore. 

Secondo i primi exit poll dell’agenzia Kyodo, l’esecutivo guidato dal premier Fumio Kishid dovrebbe ottenere oltre 63 dei 125 seggi in palio, che garantirebbero un’ampia maggioranza dell’aula composta da 248 senatori.

La principale forza di opposizione, il Partito costituzionale democratico, vedrebbe un calo dei seggi, mentre il Japan Innovation Party, l’altro partito che appoggia una riforma della Costituzione pacifista, voluta a lungo da Abe, vede un consolidamento della sua presenza all’interno del Parlamento.

Kei Sato, il canditato liberaldemocratico al cui comizio è stato assassinato l’ex premier Shinzo Abe, ha prevalso nel suo collegio di Nara, strappando di slancio un seggio alla Camera Alta.

Nell’ampia vittoria elettorale del Jiminto (Liberademcratici), la corsa di Sato era tra quelle particolarmente seguite. “Nelle fasi finali della prova elettorale ho fatto una campagna per sconfiggere il terrorismo senza sussultare o esserne intimidito”, ha affermato il neo parlamentare ai media nipponici. “Andrò a Tokyo domani per raccontare con fermezza i risultati di questa vittoria all’ex premier Abe”, ha aggiunto in merito alla veglia organizzata lunedì per il primo ministro più longevo del Giappone dal dopoguerra.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Oroscopo lunedì 8 agosto 2022

                                   

Oroscopo domenica 7 agosto 2022

                      Ariete (21 marzo-19 aprile)

Oroscopo sabato 6 agosto 2022

                  A CURA DI TELEBLULANOTTE Ariete (21 marzo-19 aprile)

Soverato, “picchiata perché ho chiesto di essere pagata”.

Ha chiesto di essere retribuita per il lavoro prestato come lavapiatti, ma ha ricevuto una vera e propria aggressione fisica con schiaffi...

Commenti recenti