13 Aprile 2021, martedì
Home Consulente di Strada Con la Dad crescono le disuguaglianze sociali

Con la Dad crescono le disuguaglianze sociali

Solo una minoranza di studenti italiani, per la precisione il 40%, non lamenta alcuna difficoltà con le lezioni a distanza. La maggior parte invece deve scontrarsi con problemi di ogni genere: lentezza delle connessioni domestiche, difficoltà nell’uso dei software necessari, necessità di condividere gli spazi con altri componendi della famiglia, deficit nella disponibilità di dispositivi e carenza dell’offerta formativa da parte delle scuole. E’ quanto emerge da un’indagine dell’Autorità garante per le telecomunicazioni, che rileva: ‘’Non solo affiorano diversità tra differenti contesti scolastici ma anche all’interno di una singola classe, come desumibile dal 19% di studenti che ha evidenziato come non tutti i compagni abbiano potuto partecipare all’educazione a distanza’’. A essere stato del tutto escluso è più del 10%degli studenti, quelli privi di computer o di una connessione adeguata. Ora come ora la Dad (didattica a distanza) accresce le disuguaglianze sociali, mentre il compito della scuola e dell’istruzione è di eliminarle.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Riaperture di cinema e teatri, il piano di Franceschini

Il ministro della cultura Dario Franceschini ha illustrato nell’incontro con gli esperti del Comitato tecnico-scientifico, una proposta scritta per riaprire in sicurezza appena sarà...

Calenda a Letta, primarie legittime ma le strade si separano

Enrico Letta segretario del Pd ha rilanciato le primarie per le elezioni amministrative "Le amministrative sono un banco...

No Tav, scontri in Val Susa

In Val Susa ( San Sidero)  nella notte ci sono state delle tensioni tra No Tav e forze dell’ordine per l’avvio dei...

Protesta “Io apro”: scontri e bombe carta a Roma

Centro blindato a Roma e tutte le zone ztl chiuse per evitare assembramenti durante la manifestazione non autorizzata davanti a Montecitorio.

Commenti recenti