23 Aprile 2021, venerdì
Home Italia Cronaca Ferrara, 157 italiani primi in lista per le case popolari. Salvini:"Dalle parole...

Ferrara, 157 italiani primi in lista per le case popolari. Salvini:”Dalle parole ai fatti”

E’ subito polemica a Ferrara sull’ultima graduatoria per assegnare le case popolari. Dopo la modifica del regolamento della ginta leghista, nelle prime 157 posizioni ci sono tutte famiglie italiane.

Ma l’Associazione giuridica degli studi sull’immigrazione ha già annunciato che impugnerà l’atto. I primi 157 in graduatoria si contano su 259 domande accolte in via definitiva, 473 con riserva e 14 escluse e comprendono anche nuclei stranieri che hanno acquisito la cittadinanza. La 32esima graduatoria, quella appena definita, è la prima formulata in base ai nuovi criteri. 

Dopo la compilazione dell’elenco con 157 italiani in situazione di necessità nelle prime posizioni, il sindaco Alan Fabbri ha parlato di un “risultato rivoluzionario” raggiunto grazie alla valorizzazione della residenzialità storica dei richiedenti e all’apertura dell’accesso agli alloggi Acer a nuove categorie di assegnatari.  

Matteo Salvini esulta: “A Ferrara regolamento per dare le case prima agli italiani. Dalle parole ai fatti!”. 

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Dap: rimozione del medico che ha lanciato l’allarme sanitario per 220 detenuti

a cura di Tiziana Demma estratto da IL DUBBIO Il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha chiesto la rimozione di  Choroma Faissal,  il responsabile...

Recovery: bozza da 191,5 mld, 57 al Green, 42 al digitale

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza ammonta complessivamente a 221,5 miliardi, di cui 191,5 riferibili al Recovery fund e 30 miliardi...

Il dem Romano a Raggi: “Vergogna, non riesco a seppellire mio figlio”

Il deputato Pd rivolto alla sindaca di Roma a 2 mesi dalla scomparsa del figlio: "Oggi sono 2 mesi...

Covid: varato il nuovo decreto, in CdM scontro sul coprifuoco

Il Consiglio dei ministri chiamato a dare il via libera al decreto per le riaperture dal 26 aprile è terminato.

Commenti recenti