19 Gennaio 2021, martedì
Home Italia Politica Campania resta in zona arancione: a Napoli scoppia la protesta

Campania resta in zona arancione: a Napoli scoppia la protesta

Con l’ordinanza numero 98, la Regione applica tutte le restrizioni della zona arancione alla Campania, che secondo il governo da domani sarebbe dovuta diventare zona gialla.

L’ordinanza, firmata dal governatore Vincenzo De Luca,  inoltre acuisce le restrizioni con il divieto di vendita di bevande dalle 11 del mattino in poi e con divieto di consumo di cibo e bevande escluse l’acqua all’aperto per tutta la giornata.

Segue il testo dell’Ordinanza ’98 firmata da Vincenzo De Luca:

1.      Confermate tutte le misure vigenti alla data odierna per effetto di disposizioni statali – ivi comprese quelle di cui all’art.2 del DPCM 3 dicembre 2020 (cd. “zona arancione”)  – nonché   regionali (Ordinanza  n. 96 del 10 dicembre 2020 su controlli degli arrivi e limitazioni alla mobilità sul territorio regionale) ;

2.      Divieto per i bar e gli altri esercizi di ristorazione, dalle ore 11,00 del mattino, di vendita con asporto di bevande alcoliche e non alcoliche.

3.      Per tutto l’arco della giornata, divieto di consumo di cibi e bibite, anche non alcoliche, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi comprese le ville e i parchi comunali;

4.      Per tutti gli esercizi commerciali, obbligo di misurazione della temperatura corporea agli avventori all’ingresso dei propri locali e di inibire l’ingresso laddove la temperatura risulti superiore a 37,5 ° CC.

5.      Raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto delle disposizioni vigenti, in particolare nelle zone della cd. “movida”

6.     Raccomandazione ai Comuni ai fini dell’adozione, laddove necessario, di provvedimenti di chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, ai sensi delle disposizioni vigenti, nonché delle disposizioni di cui al precedente punto 3.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Viaggiare in Gran Bretagna dopo l’uscita dall’UE, quali cambiamenti ci saranno?

La Gran Bretagna, dal 1° gennaio non fa parte più nell’Unione Europea. In questo momento certamente, con la variante Covid, è sconsigliato...

Takagi e Ketra, il nostro sogno? Duettare con Vasco Rossi

Il duo Takagi e Ketra, negli ultimi anni, stanno spopolando cantando con tanti artisti italiani, come Arisa, Tommaso Paradiso, Elisa, fino ad...

Enpa, lo scorso anno è aumentato l’adozione degli animali

L'Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) ha dichiarato una bellissima notizia negli ultimi giorni. Lo scorso anno, in piena pandemia, in Italia sono stati...

Covid: chi paga per il contagio al lavoro

E’ compito dell'Inail tutelare il lavoratore rimasto contagiato dal Covid nel luogo di lavoro e nel tragitto casa-lavoro. Vengono ritenuti infortuni, infatti, anche i casi...

Commenti recenti