19 Luglio 2024, venerdì
HomeItaliaPoliticaCovid19, rivisitate le Regioni: undici regioni in zona gialla e quattro nuove...

Covid19, rivisitate le Regioni: undici regioni in zona gialla e quattro nuove arancioni

Le Regioni del Nord protestano contro gli aspetti più limitativi del nuovo Dpcm mentre arriva l’ordinanza di Speranza che sposta dal 6 dicembre altre 5 Regioni in area gialla (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria). Solo l’Abruzzo resta rosso, 12 Regioni sono gialle e 8 arancioni.

Ben 11 Regioni e la provincia di Trento in zona gialla.Il primo giorno del nuovo Dpcm vede dunque l’Italia cambiare nuovamente colore e tingersi di giallo, con ben 11 Regioni che entrano nella zona con le restrizioni più blande a partire dal 6 dicembre . A Sicilia, Liguria, Lazio, Molise, Sardegna, Veneto e provincia di Trento si aggiungono Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria.

Quattro nuove Regioni arancioni. Con la nuova ordinanza firmata dal ministro Speranza diventano invece arancioni Campania, Toscana, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano, che vanno ad aggiungersi a Calabria, Lombardia, Piemonte e Basilicata, che già la settimana prossima potrebbero diventare gialle. Nelle 4 nuove Regioni arancioni da domenica sarà possibile riaprire i negozi ma dovranno rimanere in quella fascia per due settimane: il 18 dicembre, se i dati confermeranno il trend, entreranno anche loro nella zona con le minori restrizioni.Resta invece rossa, unica regione italiana, l’Abruzzo.

Sarà possibile il ricongiungimento delle coppie che vivono distanti Con le Faq del governo e’ probabile comunque che vengano chiariti una serie di dubbi proprio sugli spostamenti – verrà ad esempio ribadito che sarà possibile raggiungere anche il giorno di Natale un anziano solo o non autosufficiente e sarà possibile il ricongiungimento delle coppie che vivono distanti – ma la linea di palazzo Chigi non cambierà.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti