25 Luglio 2021, domenica
Home Italia Cronaca Unicost, cos'è e perché coinvolta nello scandalo Palamara

Unicost, cos’è e perché coinvolta nello scandalo Palamara

Quando si parla di magistratura si fa spesso riferimento alle “correnti” di magistrati, ultimamente coinvolti nella guerra che è arrivata fino al Csm, puntando i riflettori sull’aspetto più politico della macchina giudiziaria. Controllare gli uffici strategici significa assicurarsi relazioni con la politica e creare una buona base di elettorato per il CSM. Anche se in realtà le correnti non sono sovrapponibili in alcun modo alla politica, spesso i loro esponenti si intrecciano nei partiti, fino ad entrarci dentro.

Tra le più chiacchierate negli ultimi tempi, fa capolino Unicost(Unità per la costituzione) la corrente più colpita nella guerra tra toghe, perché dominata da Palamara. Questa in particolare si impegna a promuovere tra i magistrati l’aggiornamento professionale, mediante pubblicazioni e incontri di studio, in ambito nazionale e locale. Una corrente che fa da garante alle attività svolte dai magistrati, promuovendone la formazione e aggiornamento professionale. In particolare, la corrente, con il contributo di tutti gli associati, si impegna a favorire la piena partecipazione delle donne magistrato all’attività culturale e politica del Gruppo e ad affrontare le specifiche problematiche dei magistrati giovani.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Green pass tra gioie e dolori: l’economia, forse, riparte

Con l'indice Rt che schizza a 1,26 l'approvazione del green pass è l'àncora di salvezza per numerose attività che hanno sofferto la...

Comunicato stampa: Premio Castello Sotto Le Stelle 2021

Aci Castello. Grande attesa per il Premio Castello Sotto Le Stelle 2021, in programma giovedì 22 luglio alle...

Tokyo: Buongiorno Italia; via alle gare, Malagò parla al Cio

A due giorni dalla cerimonia inaugurale, Tokyo 2020 è già partita con il prologo delle sue gare e a dare il via...

Letta tira dritto sul ddl Zan e il Pd fa muro contro gli attacchi di Renzi

Dalla giustizia al ddl Zan, Matteo Renzi ha ormai messo nel mirino il Partito Democratico e il suo segretario, Enrico Letta.

Commenti recenti